Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini contro Conte e Speranza: "Incapaci, ma basta". Calabria, soluzione estrema

  • a
  • a
  • a

"Ma bastaaa". Matteo Salvini incontenibile sui social contro Giuseppe Conte e Roberto Speranza. Tutta colpa della pagliacciata Calabria. "Quinto 'commissario' per la Sanità in Calabria che salta in un mese", scrive il leader della Lega. In principio fu Saverio Cotticelli, silurato dal premier per una intervista tv in cui ammetteva di non sapere di dover predisporre un piano anti-Covid per la regione. Quindi è toccato a Giuseppe Zuccatelli, che in un video dello scorso maggio sosteneva l'inutilità delle mascherine. Fuori anche il "negazionista rosso". Quindi Eugenio Gaudio, che ha rifiutato perché la moglie non voleva trasferirsi a Catanzaro. E nel giro di pochi giorni saltano anche Mostarda e Miozzo. Roba da ridere se la situazione sanitaria non fosse drammatica. "Il governo scelga un calabrese e la smetta di prenderci in giro", è la conclusione lapidaria di Salvini. 

"Dopo la collezione dei 'Dpcm di Conte' arriva la raccolta dei 'quasi Commissario alla Sanita' calabrese'", ironizza anche Wanda Ferro, deputata calabrese di Fratelli d'Italia. "Cotticelli, Zuccatelli, Varratta, Gaudio, Strada, Mostarda e ora Miozzo. La telenovela si arricchisce oggi di un'altra imbarazzante puntata. Conte e Speranza sono incapaci e a farne le spese sono ancora una volta i calabresi la cui situazione richiederebbe invece tempestività, professionalità e competenza. Attributi che questo governo di 'figurine' non ha e non potrà mai avere". 

Dai blog