Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Marco Travaglio, la "lunare" prima pagina del Fatto su Conte e la fiducia: "Più lo butti giù...", si auto-umiliano

  • a
  • a
  • a

Tutti oggi parlano di un Giuseppe Conte più debole dopo la fiducia risicata al Senato. Tutti, tranne Marco Travaglio. Stile "ultimo giapponese", il direttore del Fatto quotidiano firma una prima pagina lunare già dal titolone: "Più lo butti giù e più si tira su". Sottinteso: il premier. Abbastanza surreale, visto che nessuno, nemmeno Matteo Renzi che la crisi l'ha innescata, credeva e voleva davvero la sua caduta in aula (tanto è vero che Italia Viva si è astenuta. Se avesse votato contro, l'avvocato sarebbe stato sfiduciato e forse bruciato per sempre). Resta invece un devastante messaggio politico: questo governo è aggrappato a un manipolo di "responsabili" (Travaglio fino a poche settimane fa li avrebbe apostrofati come voltagabbana) e con un orizzonte davvero limitato. E il bello è che è lo stesso Fatto quotidiano a farlo notare, diradando il fumo gettato negli occhi ai suoi lettori/elettori. 

 

 

Un fiducia "sul filo del rasoio", si fa notare, con tanto di conta abbastanza bislacca: "156 sì più 1 5stelle malato" (come dire: allora tranquillissimi) e 140 no. Poi la chiusa, che è il vero nodo di tutta questa squallida faccenda: "Servono 10 ex IV e Udc per blindare l'aula e le commissioni". Chiamalo dettaglio. 

 

 

Dai blog