Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sallusti contro Travaglio a DiMartedì: "Le intercettazioni di Palamara dimostrano che i pm lo tengono in grande considerazione"

  • a
  • a
  • a

"A me fa piacere che Marco Travaglio pensi che Salvini abbia commesso dei reati". Alessandro Sallusti affronta di petto il direttore del Fatto quotidiano, in collegamento insieme a lui a DiMartedì per commentare il no al processo a Matteo Salvini della Giunta per immunità del Senato sul caso Open Arms. Sallusti scivola su un  lapsus (Travaglio aveva detto di non considererare reati le accuse a Salvini), ma nella sostanza mena un colpo durissimo all'orgoglio di Travaglio: "Non so su quali competenze giuridiche lo affermi, ma le ultime intercettazioni dimostrano che la magistratura tiene in grande considerazione il parere di Travaglio quindi prendiamo per buono come grande giornalista più che giornalista", nota sarcastico il direttore del Giornale a proposito dello scandalo delle chat del pm Luca Palamara.

 

 

 

"In quelle intercettazioni i magistrati stessi hanno detto che stiamo parlando di una bufala, e oggi è successo una cosa molto semplice: la sinistra e i grillini sono stati colti con le mani nella marmellata da quelle intercettazioni, e così hanno fatto in modo di non fare una figura pazzesca e hanno evitato di mandare a processo Salvini per un reato inesistente. Il fatto che non abbiano stigmatizzato l'atteggiamento dei magistrati che hanno preso in giro non solo Salvini, ma anche il Senato, mi fa pensare che sia tutta una sceneggiata".

 

 

Dai blog