Cerca

E-HEALTH

Mieloma multiplo: per i pazienti
arriva il ‘dottore’ disponibile H24

Si chiama Doc24, ed è un’app di assistenza a distanza sviluppata grazie alla collaborazione tra Amgen e Fd world care che si ripromette di migliorare la vita delle persone affette da questo tumore del sangue

16 Ottobre 2018

0
Mieloma multiplo: per i pazientiarriva il ‘dottore’ disponibile H24

Sono circa 30mila in Italia i pazienti con mieloma multiplo, tumore del sangue che colpisce principalmente gli over 65, persone che spesso hanno comorbilità, tra le quali pressione alta e diabete, solo per citare le più frequenti. Date le caratteristiche della patologia, che presenta tra i sintomi più frequenti dolori e fratture ossee, la problematica di natura motoria rende, a volte, difficile recarsi costantemente dal medico per monitorare i parametri. E se per questi pazienti ci fosse un medico disponibile 24 ore su 24?  Si chiama 'Doc 24' ed è un’applicazione grazie alla quale il paziente con mieloma multiplo può misurare i propri parametri vitali tramite un bracciale collegato allo smartphone e mandarli istantaneamente al medico curante. L’applicazione, inoltre, si attiva in caso di necessità per contattare il paziente, verificare a voce il suo stato di salute, qualora i parametri trasmessi eccedano i valori stabiliti. È un innovativo servizio frutto della partnership tra Amgen e Fd world care, società che sviluppa soluzioni innovative nel campo dell’assistenza medica a distanza.

Grazie a Doc 24, paziente e medico possono comunicare a distanza più volte nel corso della giornata. Basta accedere all’applicazione creando il proprio profilo utente per beneficiare del servizio. Con l’adesione al servizio il paziente riceve dal proprio medico curante un misuratore di pressione integrato che permette un tele-monitoraggio, via bluetooth, di pressione arteriosa e battito cardiaco. È possibile, inoltre, inserire manualmente valori come la glicemia e la saturazione dell’ossigeno nel sangue. I parametri sono visibili e consultabili, in diretta e in qualsiasi momento della giornata, dal proprio medico. Se i parametri eccedono i valori stabiliti, una centrale operativa - nella quale opera anche personale medico - si attiva in pochi secondi contattando il paziente e fornendo l’assistenza adeguata. “Monitorare a distanza alcuni parametri, come la pressione arteriosa e la frequenza cardiaca, più volte nel corso della giornata ha un doppio vantaggio - afferma il dottor Tommaso Caravita, ‎dirigente medico I livello ‎ematologia ospedale Sant’Eugenio Roma - da un lato, permette al clinico di avere una visione più ampia e di effettuare, se necessario, dei correttivi terapeutici, e dall’altro infonde sicurezza nel paziente grazie a un maggiore controllo e alla certezza di essere seguito 24 ore su 24. Non si deve dimenticare che ricevere una telefonata di controllo ogni qual volta il sistema lo ritenga necessario, è molto rassicurante per persone che sono, nella maggior parte dei casi, anziane”.

Oltre al monitoraggio dei parametri pressori, i pazienti avranno la possibilità di effettuare consulti medici live in videoconferenza con lo staff della centrale operativa di Fd world care o con uno specialista e in ogni momento del giorno o della notte. “Amgen è da sempre impegnata a sviluppare soluzioni innovative, anche in partnership con altre aziende, che rispondano ai bisogni insoddisfatti dei pazienti e questo impegno si traduce anche in progetti come Doc 24 – continua Ermanno Paternò, executive medical director di Amgen Italia – Portare valore nel percorso di cura del paziente significa anche aiutarlo nella gestione della quotidianità per facilitare il percorso di cura. Grazie alle tecnologie digitali e a Doc 24 possiamo farlo per la prima volta anche per i pazienti affetti da mieloma multiplo”. È appena partita la fase pilota, grazie alla quale Fd world care, in collaborazione con Amgen, fornisce gratuitamente a 500 pazienti, in cura presso strutture in tutta Italia, selezionati in base alle scelte dei medici curanti, lo sfigmomanometro digitale e il servizio di assistenza medica a distanza per la durata di un anno. “Poter collaborare con Amgen, realtà globale che ha fatto la storia della biotecnologia, ci riempie di orgoglio – sottolinea Gualtiero Ventura, presidente di Fd world care - Siamo certi che il nostro servizio Doc 24, grazie alle sue peculiarità che consentono di avere un medico a disposizione 24 ore su 24 direttamente sul proprio smartphone o tablet, potrà essere di grande supporto a tutti coloro che si trovano e si troveranno ad affrontare una patologia importante come il mieloma multiplo, considerata fino a qualche tempo fa incurabile”. (MATILDE SCUDERI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media