Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Greta Thunberg, lo studio che la ribalta: ecco perché l'inquinamento fa bene

Esplora:

Maria Pezzi
  • a
  • a
  • a

Una ricerca che ribalta le posizioni della baby attivista Greta Thumberg, la sedicenne svedese che lotta per il clima. Uno studio autorevole pubblicato su Geophysical Research Letters (Climate Impacts From a Removal of Anthropogenic Aerosol Emissions) asserisce infatti che "e emissioni di solfato, specialmente da India e Cina, potrebbero star ritardando il riscaldamento da gas serra". Lo riporta il quotidiano Italia Oggi. Davvero sorprendente la conclusione degli autori: "La rimozione dell' insieme di queste emissioni aerosol dal mondo potrebbe aggiungere 0,7 °C alle temperature globali". È da notare che dal 1975 la temperatura media terrestre è aumentata finora di solo 0,6 °C Gli autori della ricerca (troppi (8) per elencarli tutti: norvegesi, inglesi, americani della Nasa, un tedesco) osservano inoltre: "Troviamo l' emisfero settentrionale più sensibile alla rimozione degli aerosol che dei gas serra perché è lì che gli aerosol sono emessi oggi. Ciò significa che importa non solo il raggiungimento dei target climatici internazionali, ma anche come li raggiungiamo". In altre parole, le idee semplificate di matrice anti-industriale su come bloccare il riscaldamento globale potrebbero essere pericolose.   Per approfondire leggi anche: Mauro Corona oltre Greta Thumberg

Dai blog