Cerca

Fisse da presidenta

Laura Boldrini,la crociata per la desinenza in "a"

13 Luglio 2014

86

Laura Boldrini è tornata ieri su un suo cavallo di battaglia: la desinenza in A. "Nessun uomo insegnante verrebbe mai chiamato maestra. Perché una donna che dirige un giornale viene chiamata direttore?", si è chiesta il presidente della Camera su Twitter. Qui c’è poco da scherzare: le domande della Boldrini vanno prese sul serio una volta per tutte e meritano risposte convincenti. Ci proviamo: una donna che dirige un giornale viene chiamata direttore, perché nella grammatica italiana la parola "direttora" non esiste.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dadorso65

    05 Agosto 2014 - 12:12

    si ma esite direttrice

    Report

    Rispondi

  • cristian.rizzo

    19 Luglio 2014 - 19:07

    Credo che il Presidente della Camera dei Deputati (la presidentA non esiste nel ns vocabolario) debba occuparsi di Altre problematiche piu' importanti per noi Italiani (non di genere Maschile) che pensare alle desinenze di alcune parole italiane. Se vivesse in America o UK cosa avrebbe fatto, un referendum?

    Report

    Rispondi

  • newembassysas

    19 Luglio 2014 - 18:06

    E noi la paghiamo per risolvere questi suoi stupidi problemi???

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Luca Zaia: "Basta insulti ai veneti, il mio compito è difenderli. Ora quereliamo"

Vincenzo De Luca: "Dialogo con il M5s? Non parlo più di politica politicante, solo fatti concreti"
Alessandro Morelli: "I 5s aprivano scatolette di tonno, gli altri sono figli delle sardine: un governo ittico"
Open Arms, il video propaganda dopo l'indagine contro Matteo Salvini

media