Cerca

Sostenibilita

Con il 'Raee parking' cassonetti intelligenti per la raccolta di rifiuti elettronici

Speciali cassonetti intelligenti, automatici e in grado di assicurare la tracciabilità degli scarti

Ecolight presenta il prototipo intelligente che pesa e censisce ciò che si butta

8 Novembre 2012

0
Con il 'Raee parking' cassonetti intelligenti per la raccolta di rifiuti elettronici
Ecolight presenta il prototipo intelligente che pesa e censisce ciò che si butta

Rimini, 8 nov. - (Adnkronos) - Per incentivare la raccolta dei rifiuti elettronici, basta 'parcheggiarli'. Per smaltire piccoli elettrodomestici, cellulari, lampadine a risparmio energetico, televisori, monitor e pile, i cittadini non saranno più costretti a rivolgersi ai centri di raccolta comunali, ma potranno usufruire di speciali cassonetti intelligenti, automatici e in grado di assicurare la tracciabilità dei rifiuti. E' il nuovo 'Raee Parking', prototipo per la raccolta dei rifiuti elettronici di piccole e medie dimensioni e delle pile esauste che il consorzio Ecolight presenta a Ecomondo, la fiera in corso a Rimini fino al 10 novembre.

"L'obiettivo di questo progetto sperimentale è incrementare la raccolta dei rifiuti elettronici, in particolare quelli di piccole dimensioni che sono anche i più difficili da intercettare. Per fare questo sono stati studiati degli innovati metodi di raccolta per garantire anche una completa tracciabilità dei Raee conferiti", spiega il direttore generale di Ecolight, Giancarlo Dezio. L'obiettivo è recuperare quanti più Raee possibili, non solo perché così si evita che siano disperse nell'ambiente sostanze inquinanti, ma anche perché da un loro corretto trattamento è possibile ricavare significativi quantitativi di materie prime seconde.

Il Raee Parking è un contenitore al quale si accede utilizzando una tessera di riconoscimento, si indica poi la tipologia di Raee da conferire e il contenitore procede a pesare il rifiuto e a censirlo. Quindi in automatico, si aprirà una porta dove il rifiuto potrà essere conferito. Tutti i Raee raccolti saranno così tracciati e gestiti da un computer centrale e, una volta che i contenitori interni saranno pieni, sarà il computer a registrare e inviare la richiesta di svuotamento e sostituzione.

Viste le sue dimensioni (7 per 2,5 metri), il Raee Parking è stato pensato per essere posizionato in grandi spazi, possibilmente in prossimità di grandi centri di vendita per coinvolgere anche il circuito della distribuzione. Tra le possibilità, quella di prevedere per esempio, carte di riconoscimento elettroniche affiliate allo punto vendita, innescando scale virtuose di accumulo di punti oppure per accedere ad una particolare scontistica.

Il Raee Parking si aggiunge al "Raee mobile", camion itinerante attrezzato per ricevere qualsiasi tipo di Raee, e al cassonetto stradale dedicato ai piccoli rifiuti elettrici, entrambi promossi da Hera. Tutti saranno utilizzati nella fase sperimentale del progetto europeo. A partire dal 2013 e per circa due anni, infatti, saranno posizionati nei territori di Bologna, Ravenna, Castenaso e Lugo, oltre nell'area di Saragozza in Spagna nell'ambito del progetto Identis Weee che si concluderà nel 2015 con la raccolta dei dati e una valutazione della sperimentazione.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media