Cerca

Sostenibilita

Italia al 16esimo posto in Europa per l'ecoinnovazione nel 2011

Secondo l'ultima rilevazione dell'Eco-innovation Scoreboard

Positive invece le certificazioni di sistemi di gestione ambientale, la produttività energetica, l'intensità delle emissioni di gas serra, lo sviluppo del lavoro nelle eco-industrie

14 Dicembre 2012

0
Italia al 16esimo posto in Europa per l'ecoinnovazione nel 2011
Positive invece le certificazioni di sistemi di gestione ambientale, la produttività energetica, l'intensità delle emissioni di gas serra, lo sviluppo del lavoro nelle eco-industrie

Roma, 14 dic. - (Adnkronos) - L'ecoinnovazione è ritenuto uno dei principale drivers dello sviluppo sostenibile. L'Italia però, secondo l'ultima rilevazione dell'Eco-innovation Scoreboard del 2011, è al sedicesimo posto nell'Europa a 27 e sotto la media europea. E' quanto rileva il Rapporto 'Green economy per uscire dalle due crisi', realizzato dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile e dall'Enea a supporto degli Stati generali della Green economy, che si sono tenuti recentemente in occasione della Fiera Ecomondo di Rimini.

A pesare sul giudizio è il grave ritardo nello sviluppo dell'ecoinnovazione che in buona parte viene importata e non prodotta in Italia. Positive invece le certificazioni di sistemi di gestione ambientale, la produttività energetica, l'intensità delle emissioni di gas serra, lo sviluppo del lavoro nelle eco-industrie dove è impegnata il 2,12% della forza lavoro contro la media europea dell'1,53%. Anche per quanto riguarda la formazione l'Italia si comporta bene con 193 corsi universitari sulla green economy.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media