Cerca

Smascherato

Grande Fratello Vip, Alfonso Signorini mette a tacere Elia Fongaro: "Ma quale emozionato, ha la faccia..."

23 Novembre 2018

0
Grande Fratello Vip, Alfonso Signorini mette a tacere Elia Fongaro: "Ma quale emozionato, ha la faccia..."

L'espressione eloquente di Elia Fongaro, una volta saputo che l'eliminato della dodicesima diretta del Grande Fratello Vip era proprio la sua Jane Alexander, non è sfuggita a nessuno. In particolar modo a far notare l'impassibilità dell'ex velino di Striscia la notizia di fronte a quanto è successo è proprio l'opinionista Alfonso Signorini. Il direttore di Chi è rimasto molto sorpreso di non aver visto sul volto di Fongaro un sorriso o un segno di gioia visto che potrà finalmente riabbracciare la sua Jane. All'accusa l'ex gieffino ha voluto non fomentare nulla e ha risposto "mi avvalgo della facoltà di non rispondere" creando, però, l'esatto contrario.

Signorini, infastidito da questo atteggiamento, ha attaccato Elia sul fatto che lui si lamenterebbe di continuo tramite il suo profilo Instagram di non avere voce in capitolo. "E adesso non iniziare a dire che ti abbiamo processato". Per l'opinionista, questa era una semplice domanda per confermare o meno quello che si dice da giorni sul web, ovvero, che Elia non sia poi così tanto interessato all'attrice italo-britannica. A correre in soccorso dell'ex velino di Striscia è proprio la conduttrice Ilary Blasi che ha giustificato le parole di Elia: "È semplicemente emozionato". Di fronte a ciò, Alfonso ha risposto in modo netto: "Ma che emozionato! Ha la faccia di plastica!", chiudendo così il duro scontro senza nemmeno ricevere risposta da Elia che si è celato dietro un no-comment.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

"So cosa ha passato". Grossman da Fazio, si commuove per Liliana Segre

Dear Jack, il cane del chitarrista canta meglio del cantante / Video
Andrea Orlando, dal Pd ultimatum a Di Maio: "O fai sul serio o lasciamo perdere"
Gilet Gialli, caos a Parigi: assaltata una banca in occasione dell'anniversario dell'inizio della protesta

media