Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Grande Fratello Vip, il terribile dubbio di Maurizio Costanzo: "Non accadrà, ma se i concorrenti prendessero il coronavirus..."

Maurizio Costanzo
  • a
  • a
  • a

Forse per l'obbligo di rimanere in casa, i programmi televisivi hanno avuto tutti un incremento di ascolto. È anche vero che, se vuoi informarti su questo maledetto coronavirus, gli speciali sono, in proposito, particolarmente esaustivi. Siamo anche diventati parenti di una serie di virologi: dal professor Galli, al professor Burioni, al professor Pregliasco. D'altra parte, è come nella vita: c'è quel medico che ti dà più fiducia e quell' altro meno. Ho sentito uno di questi professori, all'ennesima intervista, ovviamente in programmi diversi, sospirare: «Lasciatemi il tempo di continuare a fare il mio mestiere».

Lo stesso discorso potrebbero farlo i politici, che il martedì affollano ben tre talk show, cioè: CartaBianca, in prima serata su Raitre, con Bianca Berlinguer, Fuori dal coro, nello stesso orario su Retequattro condotto da Mario Giordano, e Di Martedì alle 21.15, su La7, condotto da Giovanni Floris. Potremmo chiamarlo "il giorno dei talk show". Chi scrive cerca di seguirli tutti e tre.

Una cosa è certa: i concorrenti del Grande Fratello Vip, reclusi da molte settimane nella casa, sono gli unici garantiti dal non prendere il coronavirus. Se mai accadesse, ci porremmo tutti qualche domanda. Ma non accadrà. Voglio solo chiedermi: i partecipanti del Grande Fratello Vip si rendono conto di quanto sono fortunati di trovarsi chiusi in quelle stanze, senza che mai un partecipante sia uscito e possa quindi essersi infettato? Consiglierei agli autori del programma, per il momento, di non far arrivare ospiti inattesi o sorprese sentimentali.

Dai blog