Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cinema: dal 27 giugno in sala 'Salvo', premiato alla Semaine di Cannes

default_image

  • a
  • a
  • a

Roma, 24 giu. (Adnkronos/Cinematografo.it) - "Un miracolo, in un mondo dove i miracoli non accadono, e' ancora possibile?". Questa e' la domanda intorno cui ruota il soggetto di 'Salvo', opera prima di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza vincitrice di due premi alla recente Semaine de la Critique del Festival di Cannes, acquisita poi dalla Good Films che la distribuira' in circa 40 copie da giovedi' 27 giugno. Paradossalmente, un "miracolo" in "un paese, come l'Italia, in cui il finanziamento di un'opera prima, soprattutto se non si tratta di una commedia con attori noti in televisione, e' diventato quasi una missione impossibile", dice Antonio Piazza, che spiega: "Gia' l'accoglienza dopo la proiezione a Cannes era stata fonte di enorme soddisfazione, poi e' normale che i premi aiutino, anche se all'estero 'Salvo' era gia' stato acquisito in molti paesi". Ambientato interamente tra Palermo e la campagna di Enna, il film segue le vicende di un killer di mafia (Saleh Bakri) che, durante un regolamento di conti nella casa di un rivale, s'imbatte in Rita (Sara Serraiocco), sorella cieca dell'uomo che deve uccidere. Per la prima volta nella sua vita, la ragazza vede. E da quel momento Salvo e Rita saranno costretti a confrontarsi con l'accaduto, braccati senza pieta' dal mondo al quale appartengono. "Entrambi palermitani, quando abbiamo deciso di sviluppare il nostro primo progetto era ovvio che saremmo tornati da dove provenivamo" - dice ancora Piazza, che aggiunge: "Quello che ci interessava era mettere in scena l'incontro tra due diverse cecita', una fisica e l'altra morale. E da questo incontro nasce la speranza di un cambiamento". (segue)

Dai blog