Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nazionale, Gigio Donnarumma insidiato da Cragno: il nuovo Buffon umiliato dal ct Mancini

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

A far fuori Gigio Donnarumma dalla Nazionale sarà un Cragno qualsiasi? È il Tempo a suggerire il "dilemma" del ct Roberto Mancini. L'Italia che sabato sera sfiderà il Portogallo per la decisiva gara di Nations League ma il mister è già proiettato al prossimo, vero obiettivo: gli Europei 2020. Leggi anche: "Il derby l'hanno perso Donnarumma e Gattuso", è un Salvini a valanga Donnarumma, 19 anni e da almeno 3 giudicato "il nuovo Buffon", da un anno e mezzo non sta vivendo momenti felici. Molto discontinuo, con il Milan che arranca e le polemiche sul suo contratto ad incrinare il rapporto con i tifosi, Gigio non è ancora cresciuto a tal punto da diventare un intoccabile. Dietro di lui, invece, si sta facendo largo Alessandro Cragno, 24enne estremo difensore del Cagliari entrato nel giro azzurro dopo essere diventato una dell più liete sorprese di questa stagione. Il confronto tra i due, per ora, in termini di esperienza ad alti livelli è impietoso. Ma a parlare è il campo, e il rendimento per ora premia proprio il portiere dei sardi. Il futuro, con ogni probabilità, sarà ancora di Donnarumma ma nell'immediato, spiega il quotidiano romano, Mancini sarebbe tentato di puntare su Cragno anche per dare la "sveglia" al presunto titolarissimo.

Dai blog