Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

David Luiz e il suo rapporto con Sarri: "Lo scorso anno tutti lo avrebbero ucciso, ma poi..."

Stefano Boffa
  • a
  • a
  • a

Confessioni a cuore aperto per David Luiz. In un'intervista concessa al Telegraph, il difensore brasiliano ha voluto parlare della sua esperienza al Chelsea dell'anno scorso, prima di passare quest'estate ai rivali dell'Arsenal non senza provocare diverse polemiche. In un passaggio particolare dell'intervista, David Luiz ha parlato della scorsa stagione vissuta alle dipendenze di Maurizio Sarri e di come l'inizio non sia stati tra i migliori, nonostante un finale in crescendo: "L'inizio non conta, conta la fine. La scorsa stagione tutti avrebbero ucciso Sarri. Alla fine però abbiamo vinto l'Europa League. E tutti parlavano bene di altre squadre che poi non hanno vinto niente". In altre parole: non serve a niente giudicare a priori su mal consiglio della fretta, perché poi i cavalli vincenti si vedono alla fine. Leggi anche: Juventus, Sarri torna debutta dopo la polmonite: "Ho avuto paura, tornare in panchina è vita" Una specie di investitura da parte dell'istrionico difensore dei Gunners, il quale spera di rivivere la stessa esperienza dell'anno scorso anche in questa stagione all'Arsenal: "Sono venuto qui proprio perché ho intravisto il potenziale. Esiste la possibilità concreta di vincere qualcosa. E ciò si sposa con la mia mentalità, la mia ambizione. Ho trovato quello che voglio in questo club. Più vinci, più ci credi, più diventa facile. Comincia a diventare automatico. Sai cosa devi fare, conosci la mentalità".

Dai blog