Cerca

Esami

Flavio Briatore, Lewis Hamilton alla Ferrari e "il grosso rischio per Leclerc": campioncino già bruciato?

30 Novembre 2019

0
Flavio Briatore, Lewis Hamilton alla Ferrari e "il grosso rischio per Leclerc": campioncino già bruciato?

"Io aspetterei un po' a prendere Lewis Hamilton". Intervistato dall'AdnKronos, Flavio Briatore mette in guardia la Ferrari dall'idea di prendere nel 2021 il 6 volte campione del mondo di F1, in uscita tra un anno dalla Mercedes. L'idea è stata spiattellata niente meno che da Mattia Bonotto, team principal della Rossa. "Stiamo parlando di un grandissimo pilota ma io aspetterei un po' prima di provare a prenderlo, perché magari un pilota del valore di Hamilton ce l'hanno già in casa ed è Charles Leclerc", spiega Briatore.

Leggi anche: "Io e Vettel saremo meno aggressivi. E a Natale...". Alzi la mano chi crede a Leclerc



"Avere due piloti di grande valore nella stessa scuderia può essere un rischio visto anche cosa è successo quest'anno tra Vettel e Leclerc - sottolinea l'ex team manager di Renault -. Se il prossimo anno Leclerc continuasse il processo di crescita iniziato quest'anno, io punterei sul monegasco. Non dimentichiamoci che Hamilton in questi anni vista la superiorità della Mercedes ha potuto guidare molto sciolto e non ha quasi mai fatto errori ma sotto pressione sbaglia pure lui". Secondo Vitantonio Liuzzi, ex pilota di Toro Rosso e Force India, c'è anche un'altra controindicazione: "Nel 2021 Lewis avrà 36 anni, ha già vinto 6 mondiali, ha già dato tanto. Secondo me la Ferrari ha già in casa il pilota che potrà riportare il titolo a Maranello, un giovane veloce e arrembante come Leclerc".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

"Sì, siamo un po' vivaci". Conte, sei serio? La banca crolla e lui ci ride sopra

Il Regno di Boris. Scopritelo su Camera con Vista su La7
Casalino mostra agenzie a Conte durante la conferenza stampa, lui rifiuta: "Lanciamo qui le notizie"
Greta Thunberg come una rockstar a Torino: così la svedesina ringrazia la folla

media