Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La Ferrari studia come battere l'allergia alle curve: è già più veloce dell'anno scorso su alcune piste

Gabriele Galluccio
  • a
  • a
  • a

La Ferrari è alla complessa ricerca dell'equilibrio che consenta di avere una macchina in grado di adattarsi in qualunque circuito. Come scrive Daniele Sparisci sul Corriere della Sera, a Maranello non vogliono però fare follie per quanto riguarda gli investimenti, dato che il 2020 sarà un anno di transizione: la vera sfida sarà l'anno prossimo, quando cambieranno le regole e si aprirà un ciclo del tutto nuovo. La Mercedes punta a vincere il mondiale per il settimo anno consecutivo, ma la Ferrari si prepara a dare battaglia cercando di limare i difetti che la macchina ha palesato l'anno scorso. Infatti a Maranello l'attenzione è alta soprattutto sulle soluzioni aerodinamiche che consentano di migliorare le prestazioni in curva: i dati delle simulazioni sono molto incoraggianti, tanto che le Rosse già andrebbero più forte dell'anno scorso su alcuni circuiti lenti, ma l'effetto collaterale è il calo delle velocità di punta in rettilineo. E qui si ritorna alla complessa ricerca dell'equilibrio citata in apertura e che sarà probabilmente la chiave per determinare le ambizioni della Ferrari nella nuova stagione. Per approfondire leggi anche: Il coronavirus tocca anche la F1

Dai blog