Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Musa Barrow, il calciatore del Bologna festeggia il gol e ignora il politicamente corretto

Carlo Nicolato
  • a
  • a
  • a

Musa Barrow, attaccante gambiano del Bologna è nero e africano. Avrebbe dunque un buon motivo, un motivo in più degli altri, più delle compagne della Leshnak che sono tutte bianche, per inginocchiarsi e protestare contro il razzismo, ma non lo ha fatto. Dopo il gol su rigore segnato alla Sampdoria, ha alzato gli occhi al cielo e ha pregato. una preghiera E nel dopo partita lo ha dedicato alla nonna che è venuta a mancare venerdì, e a Bergamo, la città dove è cresciuto calcisticamente e quella che più ha sofferto per il Covid.

 

 

«Il gol che ho fatto oggi l'ho dedicato a Bergamo, come avevo promesso: ho rivolto una preghiera a tutte le persone che hanno perso i loro cari a causa del coronavirus, e anche a mia nonna che è morta questo venerdì» ha detto. Anche Barrow a modo suo non si è allineato. Se si fosse inchinato al politicamente corretto avrebbe potuto fare quello che tutti si aspettavano per il colore della sua pelle, e invece ha pensato ai morti per Covid, alla sua nonna e a Dio. 

Dai blog