Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Charles Leclerc, sfogo brutale con il box Ferrari: "Figli di putt***", l'umiliazione in Belgio

  • a
  • a
  • a

La Ferrari dovrà cancellare al più presto il Gran Premio del Belgio e probabilmente l’intera stagione, che si è già trasformata in un vero e proprio calvario. Sebastian Vettel e Charles Leclerc si sono semplicemente invertiti le posizioni di partenza, ma non sono riusciti ad andare oltre il 13esimo e 14esimo posto: un’umiliazione totale per due piloti che non meritano di certo la peggior vettura della Formula 1. La frustrazione di entrambi inizia ad essere palpabile, ma colpisce soprattutto il più giovane, il monegasco che ha firmato un contratto lunghissimo che inizia ad assumere le sembianze di una prigione, seppur dorata. Durante un pit stop Leclerc viene avvertito all’ultimo della ricarica dell’aria e lui non rendendosi conto di avere la radio ancora accesa si è lasciato andare ad un eloquente “putain de ta race” urlato in francese (si può tradurre con "figli di putt***") insieme ad altre parole. Uno sfogo nei confronti del box, che poi è rimasto in imbarazzato silenzio del team radio di fine gara: non ci sono neanche più le parole per definire l’umiliazione alla quale è costretta la Ferrari e tutti i suoi uomini. Poco meglio è andata a Vettel, che almeno si è tolto lo sfizio di un sorpasso ruota a ruota tra catorci scambiati per monoposto da Formula 1. 

 

 

 

Dai blog