Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Serie A, seconda sconfitta pesante per l'Atalanta: ko con la Sampdoria. Ranieri bestia nera di Gasp

  • a
  • a
  • a

Dopo la sonora sconfitta rimediata contro il Napoli al San Paolo, l'Atalanta crolla nuovamente stavolta sotto i colpi della Sampdoria. Gasperini conferma di avere in Ranieri la sua bestia nera, incassando il sesto stop in nove incontri tra i due tecnici. Quagliarella, Thorsby e Jankto regalano il successo ai blucerchiati, che in classifica irrompono in zona europea agganciando proprio i bergamaschi a quota 9 punti. La Samp parte bene e va subito in gol con Quagliarella (13°). Il bomber sbaglia anche un penalty a fine primo tempo, La reazione dell'Atalanta arriva solo nella ripresa ed è molto sterile, ma arriva soltanto dopo il raddoppio degli ospiti (Thorsby al 59°). Sotto di due gol  a mezzora dal termine, alla Dea le viene regalato un generoso rigore concesso dall'arbitro Calvarese.

 

 

 

Al 77' infatti c'è l'episodio che può riaprire il match: fischiato un fallo inesistente di Keita Balde su Zapata, Calvarese va al VAR e, dopo diversi minuti decreta lo stesso il calcio di rigore. Dal dischetto Zapata non sbaglia. Nei minuti di recupero, però, c'è tempo per la Sampdoria per mettere il sigillo sulla gara: con Jankto che calcia a giro e segna il gol dell'1-3 definitivo. Terza vittoria consecutiva per la Sampdoria di Ranieri dopo i successi contro Fiorentina e Lazio. Campanello d'allarme invece per l'Atalanta, il robusto turnover di Gasperini condanna i suoi alla sconfitta. Il tecnico poi a fine partita si prende le colpe: "Sono partite in cui il responsabile è l'allenatore. Abbiamo fatto un'ottima gara ma siamo stati molto poco pericolosi, poi nella prima occasione loro ci hanno fatto gol. Oggi ho fatto io un po' di esperimenti, era una sorta di cantiere". 

Dai blog