Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pietro Senaldi su Giuseppe Conte: "Dalle opposizioni vuole solo che assistano in piedi al suo show"

"Giuseppe Conte non è mai sazio delle proprie parole". Pietro Senaldi non ci va per il sottile e, a ridosso dell'ultimo dpcm annunciato in conferenza stampa senza avvisare alcuni governatori, non può che venirgli un dubbio: "Il premier chiede unità nazionale, ma viene da chiedersi per quale ragione". L'opposizione - ricorda il direttore di Libero - ha accettato la collaborazione evocando successivamente il voto. Ipotesi negata invece dal premier. Ed ecco che qui che sorge il sospetto: "Allora quando Conte chiede l'unità cosa vuole davvero? Semplice - prosegue - vuole che anche l'opposizione assista in piedi al suo one-man show".

Non solo perché il fu avvocato del popolo accusa anche Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi di venir meno alla "solidarietà nazionale". Peccato però - è la conclusione - "che Conte non accetta neppure le contestazioni di Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia su restrizioni che il governo impone a certe regioni e ad altre no con parametri dubbi e senza neanche farli passare dal Parlamento". I giallorossi hanno infatti dato il via libera alle nuove misure contro il coronavirus senza prendere in considerazioni suggerimenti o aiuti. Anzi, hanno penalizzato alcune aree del Paese a discapito di altre sulla base di cifre di dieci giorni fa. Perché?

Dai blog