Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La De Micheli (Pd) a Bechis: "Renzi si spende i soldi di Letta"

Per amore della verità le coperture trovate dal governo di Matteo Renzi sono identiche a quelle indicate da Enrico Letta nel suo impegno Italia". Lo fa notare partecipando alla web trasmissione L'Abitacolo, Paola De Micheli, vicepresidente del gruppo Pd alla Camera dei deputati. "Anche il famoso contributo da 80 euro", spiega, "che arriverà nelle buste paga di maggio comprende i famosi 14 euro al mese lasciati dal governo Letta. Dovevano essere erogati in un'unica soluzione circa 200 euro nelle buste paga di marzo. Si è deciso di sospenderli, così Renzi userà interamente quella somma da 1,6 miliardi di euro". Secondo la De Micheli "Qualche problema in più ci sarà con i pagamenti alla pubblica amministrazione. Lì il vero tema è quello della certificazione dei crediti, perché in molte commesse si è fatto ricorso ai debiti fuori bilancio degli enti locali, senza farle risultare. Per i pagamenti ci sono già 27 miliardi a disposizione, ma costerà qualcosa pagare gli interessi sui mutui agevolati degli enti locali: circa 1 miliardo in più, che va sommato a tutti gli altri già annunciati". La deputata del partito democratico sostiene: "Noi dobbiamo fare cose pensando al bene del paese non alle questioni interne del Pd". Però "Non è vero che non esistano alternative a Matteo. Io penso che nella vita le alternative ci siano sempre. Poi, credendo nella provvidenza…" Secondo la De Micheli "Renzi non è un dittatore, per carità. Magari lo descrivono così, ma non lo è. Ha una modalità assertiva di proporsi, ma poi sia dentro il partito che dentro i gruppi parlamentari la discussione c'è..." di Franco Bechis

Dai blog