Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Matteo Salvini e l'egiziano in Duomo: "Grazie alla polizia, taser dimenticati. Per Conte Pd e M5s prima vengono le Ong"

Prima le ong, poi i poliziotti. Matteo Salvini picchia duro contro il governo e l'occasione la fornisce l'episodio di mercoledì pomeriggio, quando un egiziano si è introdotto nel Duomo di Milano prendendo in ostaggio una guardia del servizio di sicurezza puntandogli un coltello alla gola. Solo la prontezza e il sangue freddo degli agenti ha evitato il peggio. "Grazie alle donne e agli uomini in divisa che, da Nord a Sud, rischiano la vita per difendere la sicurezza degli italiani - premette il leader della Lega ed ex ministro degli Interni -. L’hanno dimostrato anche ieri, con la brillante operazione nel Duomo di Milano. Sono certo che con la pistola a impulsi elettrici le Forze dell’Ordine avrebbero uno strumento in più, utile anche per salvaguardare la propria incolumità: peccato che, dopo la sperimentazione avviata con la Lega al governo, l’utilizzo del Taser sia rallentato da burocrazia e ostacoli politici. Conte-Pd-5Stelle hanno più a cuore le Ong, invitate con tappeti rossi al Viminale, rispetto alle Forze dell’Ordine". 

Dai blog