Cerca

Stile & Stiletto

Philipp Plein e Flavio Briatore insieme verso il lusso estremo

Daniela Mastromattei

Daniela Mastromattei

Daniela Mastromattei è caposervizio di Libero, dove si occupa di attualità, costume, moda e animali. Ha cominciato a fare la giornalista al quotidiano Il Messaggero, dopo un periodo a Mediaset ha preferito tornare alla carta stampata

La prima collezione Billionaire Couture disegnata da Philipp Plein sarà presentata a Milano il 20 giugno durante la fashion week. Fabrizio Briatore e Philipp Plein dopo una lunga amicizia hanno scelto di diventare anche  soci d'affari e di investire insieme sul marchio Billionaire Couture. La Philipp Plein International diventa così azionista di maggioranza del marchio di proprietà di Flavio Briatore e della business company Percassi.

Billionaire Couture, lanciato nel 2005,  brand di nicchia interamente Made in Italy,  che vanta più di 30 negozi e 48 punti vendita, avrà come direttore creativo Philipp Plein, stilista di grido, che oltre a disegnare la linea che porta il suo nome, si occuperà delle linee uomo e kidswear di Billionaire Couture. L’arrivo di Plein nel board di Billionaire sancisce anche una strategia commerciale che porterà il marchio di nicchia ad aprire nei prossimi 5 anni altri 30 punti vendita.

“Riteniamo che il settore dell’abbigliamento maschile sia pronto per una crescita a livello globale più significativa del settore femminile” , ha detto il designer Philipp Plein, “Con questa acquisizione intendiamo approfittare del potenziale di Billionaire Couture che vogliamo sviluppare facendo affidamento sulla nostra struttura, sulla qualità e sulle sinergie possibili per arrivare a realizzare un’immagine con un forte posizionamento di nicchia. Abbiamo l’esperienza e il know-how per farlo”.

Flavio Briatore ha aggiunto: “La nuova partnership con Philipp Plein International ci offre una grande opportunità per accelerare lo sviluppo già in corso di Billionaire Couture. Il talento di Philipp gli ha permesso di costruirsi in breve tempo una forte posizione nel mercato della moda. Il suo gruppo rappresenta il partner ideale con cui potremo rafforzare e sviluppare il nostro brand a livello internazionale, ottimizzando le risorse e lavorando sinergicamente. Sono certo che Billionaire Couture otterrà risultati ottimali e grande successo.”

Lo stilista tedesco ha concluso: «Vogliamo creare un prodotto di vero lusso made in Italy». Anche per i giovani. «I ragazzi ci amano perché siamo sinceri e ci mostriamo per quel che siamo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog