Cerca

Sport

Ronaldinho ubriaco all'allenamento, Flamengo su tutte le furie

Nuova disavventura per l'ex fuoriclasse brasiliano

Stagione all'inizio e già i primi problemi per Ronnie, che è stato anche escluso dalla nazionale verdeoro in vista delle Olimpiadi di Londra. 
Ronaldinho ubriaco all'allenamento, Flamengo su tutte le furie

Nuovi guai per il carioca Ronaldinho. Il calciatore, ora in forza al Flamengo di Rio De Janeiro, mercoledì si sarebbe presentato ubriaco all'allenamento.

Stagione all'inizio - In Brasile il campionato di serie A sta per iniziare e quello di mercoledì era il primo allenamento della nuova stagione. Ma, come hanno riportato Tv Globo, Globoesporte e Rede Tv, Ronaldinho si è presentato mostrando "evidenti segnali di ubriachezza". Il calciatore si sarebbe presentato all'allenamento, in programma alle 9.30, circondato dalle sue guardie del corpo per nascondere lo stato di ebbrezza in cui si trovava e avrebbe chiesto di non prendere parte alla seduta lamentando dolori muscolari. E' solo l'ultimo episodio di una carriera in calando: da poco il commissario tecnico della Selecao Mano Menezes aveva escluso l'ex milanista dalla lista dei preconvocati per le Olimpiadi di Londra. 

Furia Flamengo - La dirigenza della squadra non ha certo gradito l'atteggiamento. Il nuovo direttore generale Zinho, campione del mondo ad Usa '94, ha cercato di placare gli animi e mediare con il giocatore per convincerlo a scendere regolarmente in campo. Ronaldinho ha accettato ma, mentre gli altri compagni di squadra disputavano la consueta partitella, è rimasto sotto la pioggia, correndo da solo attorno al terreno di gioco. Stessa scena il giorno successivo, con l'ex rossonero che si è presentato in ritardo alla rifinitura in vista della trasferta contro lo Sport Recife, per la prima partita di campionato. Presente anche Patricia Amorim, presidente del club di Rio de Janeiro, che ha visto di persona come stiano andando le cose.

Critiche anche dai compagni - Gli altri giocatori sono indispettiti per gli atteggiamenti di Ronnie, che è anche capitano. E anche l'allenatore è stanco. "Sono qui da appena tre mesi e già mi sono stufato di dover rispondere su Ronaldinho - ha detto il tecnico Joel Santana nell'ultima conferenza stampa -. Come posso rispondere io su un giocatore che è stato campione del mondo, premiato con il Pallone d'Oro ed è diventato ricco? E' lui che deve spiegare a voi giornalisti perchè non sta andando bene in campo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Paletta

    20 Maggio 2012 - 21:09

    Ronaldinho è gaúcho e non carioca!

    Report

    Rispondi

  • FabriD

    19 Maggio 2012 - 19:07

    Sponsorizzato direi ... come tutti quei brasiliani che arrivano da noi ... e ci fanno sopportare i proclami dei giornalisti .... finchè non si scopre che sono degli ubriaconi !!! Ricordoa ancora gli urli "Diego,Diego .... " di una pubbicità in TV .... ma forse era solo l'allenatore che gli correva dietro con un bastone ... perchè lo aveva visto giocare .... e sapeva quanto lo pagano !!! Gli Italiani sono i più forti a Calcio ... con la lingua invece i giornalisti sono imbattibile !!! Sò che è brutto ... ma è solo la verità ... la maggior parte dei giocatori esteri ... và bene per pulire i bagni ... ma lo sponsor ...

    Report

    Rispondi

blog