Cerca

Orari irregolari e turni lunghi

Il lavoro "divora" la dieta

Orari irregolari e turni lunghi
Uno studio pubblicato sul Journal of Nutrition Education and Behavior, dimostra che molti lavoratori sono troppo impegnati per spendere il proprio tempo a cercare di mangiare sano. A causa di orari irregolari e turni di lavoro troppo lunghi, la dieta delle persone lavoratrici è disordinata e troppo spesso malsana.

Lo studio, condotto da Caroline Devine della Cornwell University, ha seguito 25 madri e 25 padri lavoratori, appartenenti a una classe sociale media, e ha dimostrato che più della metà conduceva una dieta sregolata a causa delle condizioni di lavoro. La stessa autrice aveva già precedentemente condotto un’altra ricerca analoga dimostrando come gli orari di lavoro dei genitori influiscono sulla dieta dei figli. Maggiore era la flessibilità sul lavoro e più sano mangiavano i bambini.

L’obiettivo di quest’ultimo lavoro, secondo la Devine, era quello di capire il motivo per cui il lavoro influenza così tanto le abitudini alimentari di una famiglia, evidenziando che i genitori mettono in atto 22 strategie alimentari quando non sono in grado di sedersi a tavola con la famiglia, fra cui saltare la colazione, mangiare sul lavoro, in macchina, comprare cibi precotti da riscaldare in ufficio. Il motivo principale è la mancanza di tempo e la tendenza a voler risparmiare. Lo studio dimostra anche che il livello di soddisfazione sul lavoro, così come l'avere un posto sicuro o meno influenza il modo in cui si mangia. Anche la facilità di accesso al cibo è un fattore fondamentale: spesso i posti di lavoro hanno mense che chiudono troppo presto o sono lontani da negozi e ristoranti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog