Cerca

Inchiesta choc

Standard & Poor's alla sbarra a Trani: "Non può più lavorare in Italia"

La Procura manda a processo l'agenzia di rating che ha declassato l'Italia: "manipolazione di mercato pluriaggravata"

I pm alla Consob: "Valutate se possono ancora restare qua"
Standard & Poor's alla sbarra a Trani: "Non può più lavorare in Italia"

Standard & Poor's alla sbarra: una delle tre agenzie di rating indagate dalla procura di Trani per i declassamenti dell'Italia, su denuncia dell'Adusbef, è stata rinviata a giudizio per manipolazione di mercato pluriaggravata e continuata. L'atto è stato notificato ieri ai legali dell'agenzia stessa. Lo rendono noto i presidenti di Adusbef e Federconsumatori, Elio Lannutti e Rosario Trefiletti. Nello stesso atto, che oggi verrà consegnato alla Consob dal pm Michele Ruggiero, si chiede alla stessa Commissione nazionale per le società e la borsa di valutare la possibilità che S&P possa continuare ad operare in Italia. L'inchiesta era iniziata nell'estate del 2010 in seguito a una denuncia di Adusberf e Federconsumatori sull'operato dell'altra agenzia di rating Moody's.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paolodml

    01 Giugno 2012 - 12:12

    state calmi, vedrete che tra un pò, Monti & Co.,i servi delle banche, daranno un aggiustatina a tutto. Magari hanno già preso una cazziata dai loro titolari per non essere intervenuti prima, a blocccare un indagine del genere.

    Report

    Rispondi

  • cabass

    01 Giugno 2012 - 11:11

    Dubito che la cosa li possa scalfire, ma il valore simbolico dell'azione è comunque da apprezzare.

    Report

    Rispondi

  • thorglobal

    01 Giugno 2012 - 11:11

    Ci voleva un'associazione dei consumatori a far aprire gli occhi a chi doveva controllare.Non ci vuole molto a capire per chi remano.Chi doveva controllare in Italia ha forse avuto dei lauti guadagni??

    Report

    Rispondi

  • enry

    01 Giugno 2012 - 10:10

    Finalmente un magistrato che fa il proprio lavoro, speriamo riesca nel suo intento, queste agenzie di profittatori americani fanno gli interessi loro e non quelli europei, bisogna farli sloggiare dall'europa e metterli in galera, se siamo in questa situazione è colpa delle banche ma sopratutto quelle americane la crisi è arrivata da li e adesso cercano di mettere nella m... anche l'europa perchè sanno che non siamo uniti

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog