Cerca

L'agenzia Usa sotto inchiesta a Trani

Rating sbagliato sull'Italia
una mail tradisce Standard & Poors

Uno dei principali analisti dell’agenzia bocciava il doppio declassamento di gennaio. Ma non è stato ascoltato

6
Rating sbagliato sull'Italia
una mail tradisce Standard & Poors

 

«Non è giusto che tu dica che c’è un elevato livello di vulnerabilità ai rischi di finanziamenti esterni. Attualmente è proprio il contrario, uno dei punti di forza delle banche italiane è stato proprio il limitato ricorso/appello ai finanziamenti esterni o all’ingrosso. Per favore rimuovi il riferimento alle banche». È 13 gennaio 2012 quando Renato Panichi, l’analista responsabile per le banche di Standard&Poor’s, una delle prime agenzie di rating del mondo, spedisce questa mail, in inglese, ai colleghi Eileen Zhang e Moritz Kraemer, autori insieme a Franklin Crawford Gill, del report che quello stesso giorno aveva causato il doppio declassamento del debito sovrano dell’Italia: da A a BBB+. 

Questa missiva, da tre giorni, fa parte del fascicolo aperto dal sostituto procuratore di Trani, Michele Ruggiero, nei confronti dei vertici di Standard&Poor’s, nei cui confronti la procura ipotizza il reato di manipolazione di mercato continuata e pluriaggravata. Inchiesta nata sull’onda di un esposto-denuncia presentato da due associazioni dei consumatori, Adusbef e Federconsumatori. Per il magistrato, la mail è un ulteriore puntello a sostegno della tesi secondo cui l’agenzia di rating, dal maggio 2011 al gennaio 2012, avrebbe manipolato costantemente i mercati finanziari causando all’Italia «un danno patrimoniale di rilevantissima gravità», nonché numerosi crolli in Borsa e, incidentalmente, un cambio della guardia a Palazzo Chigi.

Leggi l'articolo integrale di Tommaso Montesano su Libero in edicola oggi 30 giugno

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • olbur

    30 Giugno 2012 - 15:03

    procure varie,Milano Napoli Roma,in assetto di guerra 365 gg.l'anno solo contro il PRESIDENTE B.queste cose proprio non interessano?forse la soluzione e far assumere B.da una di queste agenzie di rating e poi si saranno c@..i loro

    Report

    Rispondi

  • geisser

    30 Giugno 2012 - 11:11

    Altro che lo è! Loro declassano e gente che siede nie boords delle banche vendono in anticipo( aggiottaggio ). Non basta che ripaghino l'Italia però , bisogna che l'Ue faccia la sua agenzia di rating e si mandino a c.... sti americani

    Report

    Rispondi

  • gian60

    30 Giugno 2012 - 11:11

    Anch'io chiedo qualche ..... "spiegazione"! Si parla e straparla d'effetti eclatanti di giornata ma sulle cause profonde ed un pò "misteriose" mutismo e rassegnazione. Non capiremo .... tutto ma comunque ci sforziamo ......

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media