Cerca

Legge di stabilità

La Corte di Conti mette ko i tenici:
Tasse più alte per redditi molto bassi

La Corte di Conti mette ko i tenici:  
Tasse più alte per redditi molto bassi

 

Libero lo sostiene da sempre, ora arriva anche la conferma della Corte dei Conti. Gli interventi Irpef sono  “sfavorevoli per i contribuenti collocati nelle più basse classi di reddito complessivo: 20 milioni di soggetti, fino a 15 mila euro". Il presidente dei giudici contabili, Luigi Giampaolino, lo ha detto nel   corso dell’audizione sulla legge di stabilità nelle commissioni  Bilancio di Camera e Senato. Secondo la magistratura contabile il   taglio delle aliquote Irpef, che non tocca i 10 milioni di incapienti,  avrebbe “risultati limitati” anche per i restanti 10 milioni, mentre  l'aumento delle aliquote Iva inciderebbe in misura significativa”.

 La motivazione  Rispetto al 2013, la scelta "più Iva/meno Irpef",  ricorda Giampaolino, si basa su importi pressoché equivalenti (poco   più di 5,4 miliardi) “frutto, da un lato, della riduzione delle   prime due aliquote Irpef e della detassazione del salario di   produttività e, dall’altro, della riduzione di un solo punto delle   aliquote Iva rispetto alla legislazione vigente e dell’introduzione   della franchigia per spese detraibili e deducibili e del tetto alle   spese detraibili”.  Dovrebbe risultare invece positivo il saldo Irpef per i 15   milioni di contribuenti che, afferma Giampaolino, dichiarano un   reddito medio-basso (da 15.000 a 29.000 euro). Gli sgravi derivanti   dal taglio alle aliquote Irpef “dovrebbero essere in grado di   assorbire sia i nuovi limiti agli oneri deducibili e, soprattutto per   tale tipologia di contribuenti, agli oneri detraibili; sia il maggiore  carico fiscale determinato dall’aumento dell’Iva”

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Beppe.demilio

    24 Ottobre 2012 - 06:06

    Monti seguita a spremere i più deboli e Napolitano seguita a dirci che dobbiamo essere contenti di salvare l'Italia,non gli Italiani, e di non gettare via tutti i sacrifici che ci hanno costretto ad ingoiare. Napolitano è anziano ma questo non lo autorizza a prenderci per il culo! Lui ricco che dice a noi sfruttati di godere per il male che ci fanno!Che trovata geniale per un comunista milionario! Monti dice sempre che lui è bravo e che la fine della crisi è vicina. Balle! Ci sono dei politici che dicono che il 2013 sarà di lacrime e sangue! Napolitano la smetta di prenderci per il culo ! Monti se ne deve andare subito!A noi la sveglia!

    Report

    Rispondi

  • Liberopensatore1950

    23 Ottobre 2012 - 20:08

    Anche oggi, da Napolitano a Monti, giù a dire che gli Ilainai sono saggi perchè hanno accettato e compreo il rigore e che si dovrà continuare su questa strada. Loro sono la vergona mondiale per quel che introitano legalmente e per quel, illegalmente, estorcono alcuni e noi siamo saggi ad accettare e comprendere. Ma, per caso, hanno ben chiaro che il contrario, quando le misure son imposte, sarebbe la rivoluzione?! E' forse ciò che vorrebbero per insturare il regime totale attraverso la repressione con l'Eserrcito oppure ci prendono per lobotomizzati?!

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    23 Ottobre 2012 - 17:05

    e quelli al governo se ne vantano anche! comunque visto che si tratta di gueera pechè non ripristiniamo i vecchi codici militari che prevedono per i *disertori* governanti e politici in testa, il vecchio plotone d'esecuzione? ne farei volentieri parte 24 ore non stop!

    Report

    Rispondi

  • feltroni ve le suona ancora

    23 Ottobre 2012 - 17:05

    Aveva ragione lo statista di cartone, il programma di Monti è quello del Pdl...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog