Cerca

Fisco

Redditometro, ecco a chi arriveranno le lettere

Attilio Befera

"Gentile contribuente, la ricostruzione complessiva del reddito complessivo sulle persone fisiche...". Inizieranno così le lettere inviate ai sospetti evasori individuati grazie al redditometro. Le missive, con tutta probabilità, saranno inviate da inizio aprile e, come spiega Il Sole 24 Ore, saranno meno numerose del previsto: arriveranno circa a 20mila contribuenti contro i 30mila che erano stati inizialmente prospettati. L'agenzia delle Entrate, nel frattempo, ha avviato la stesura delle "liste selettive" dei contribuenti da controllare, e ha anche redatto il fac-simile della lettera che sarà inviata, un vero e proprio invito a comparire con tanto di possibili sanzioni per chi non si presenterà all'incontro o fornirà risposte incomplete.

Nel mirino - Nel dettaglio, la lettera raggiungerà le persone fisiche che, sulla base dei dati presenti nell'Anagrafe tributaria, risulteranno aver sostenuto nel 2009 spese incompatibili con il reddito dichiarato quell'anno con Unico 2010; il margine di tolleranza, però, sarà più ampio di quanto annunciato del 20 per cento. I 20mila che riceveranno le lettere saranno invitati a presentarsi di persona o tramite un rappresentante presso gli uffici delle Entrate. La lettera fisserà data e ora dell'incontro, e anche il nominativo del commissario incaricato della pratica. Nel caso in cui fosse impossibilitato, dal momento della ricezione della lettera il contribuente avrà 15 giorni di tempo per chiedere via telefono o per e-mail un nuovo incontro.

Le tre colonne - Allegato alla lettera, inoltre, ci sarà un prospetto "personalizzato" che servirà al sospetto evasore per fornire le giustificazioni dell'incompatibilità della spesa sostenuta nel 2009 con il reddito prodotto nel medesimo anno. Nella prima colonna del prospetto verranno conteggiate le spese certe (presenti nell'anagrafe tributaria), nella seconda quelle basate su dati certi (casa, auto, ecc.) e la terza colonna servirà per le integrazioni o per le eventuali modifiche fornite dal contribuente. In un'ulteriore sezione, il contribuente indicherà i saldi iniziali e finali dei propri conti bancari e postali o dei conti titoli (informazioni richieste poiché nel 2009 non nella disponibilità diretta delle Entrate).

Vecchie spese - L'Agenzia, inoltre, sottolinea l'importanza dell'incontro con il delegato alla pratica, nel corso del quale il sospetto evasore potrà documentare l'esistenza di redditi che, al tempo, non era obbligato a dichiarare e che possono giustificare le spese sostenute. Infine, in alcune lettere, ci sarà l'avvertenza su quello che viene chiamato "fitto figurativo": se dalle banche dati dell'Agenzia non risulta che nel Comune di residenza il destinatario dell'invito al contraddittorio ha un immobile in proprietà o in locazione e nel caso in cui non vengano forniti chiarimenti in merito, al contribuente verrà attribuito il "fitto figurativo" sulla base dei valori dell'Osservatorio del mercato immobiliare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Happy1937

    02 Agosto 2014 - 15:03

    E cosa fanno, le inviano per Ferragosto? Romperanno le scatole anche a chi, dopo aver pagato pesantissime tasse durante la vita di lavoro, si sta godendo il meritato riposo godendo dei suoi risparmi in aggiunta alla magra pensione?

    Report

    Rispondi

  • collezionista

    04 Aprile 2014 - 09:09

    Lo Stato e chi per lui è forte con i deboli e debole con i forti. Romperanno le scatole ai contribuenti onesti e si lasceranno sfuggire gli evasori. ABOLITE BEFERA E IL SUO COSTOSISSIMO CARROZZONE!!!!!

    Report

    Rispondi

  • ketaon_01

    27 Marzo 2014 - 13:01

    Ricordiamoci che questa gente prendeva mazzette per fa evitare i controlli , vero Befera? Ma ancora non sappiamo chi sono e incredibilmente lui è ancora li e sostiene che il sistema è valido. Fatto da che per primo ruba. Bravo.

    Report

    Rispondi

  • CesareTopoi

    27 Marzo 2014 - 10:10

    Ben venga un controllo certo, senza tirar in ballo l'amico del fratello della sorella mi raccomanda ecc...... Rimane una cosa molto importante, questa : e chi controlla i controllori??? Cesare

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog