Cerca

Tartassati

Salvarsi dall'aumento delle tasse sulle rendite si può. Ecco come

Salvarsi dall'aumento delle tasse sulle rendite si può. Ecco come

Il grosso delle coperture per il dl sugli sgravi Irpef arriverà, oltre che dai tagli e la riorganizzazione della pubblica amministrazione, da specifici interventi su sanità, difesa, riordino degli incentivi alle imprese e aumento dell’aliquota al 26% sulle rendite finanziarie che per certi versi sarà retroattiva. Questo significa che chi ha investito in azioni, obbligazioni e fondi comuni; le cedole e i dividendi azionari rischia di perdere quel gruzzoletto guadagnato. Saranno esclusi solo i buoni postali, i titoli di Stato e i prodotti a questi equiparati, per i quali l'aliquota resta al 12,5%, mentre è ancora incerta la sorte degli interessi dei conti correnti e dei conti deposito, attualmente tassati al 20%.

Vendere - A due mesi e mezzo dall'ipotetico nuovo salasso ci sono delle misure che gli investitori posso mettere in atto per limitare i danni del nuovo salasso. Chi sta guadagnando 1000 euro in valuta 30 giugno, tassati al 20%, se infatti vende dalla valuta 1 luglio in poi se li trova tassati al 26%: 60 euro di salasso retroattivo ogni 1000. Come evitare la trappola? "L'aliquota", spiega Vincenzo Longo, market strategist di Ig al Giornale, "salirà al 26% a prescindere dal periodo di maturazione degli interessi e delle plusvalenze inerenti al titolo previsto. Potrebbe quindi rivelarsi una soluzione vincente considerare un'uscita strategica a ridosso delle date di passaggio, per poi eventualmente considerare un rientro selettivo". In pratica deve vendere prima del 30 giugno oppure stare attento e chiedere alla propria banca di «affrancarsi»: due anni fa il legislatore aveva previsto un periodo di tre mesi per attuare il cosiddetto affrancamento, ovvero una sorta di congelamento del portafoglio ai prezzi dell'ultimo giorno del vecchio regime, sul quale calcolare le eventuali plusvalenze latenti da tassare alla vecchia aliquota fiscale.

Plusvalenze - Il problema, come spiega ancora Longo al Giornale, è questo. "Se il 30 giugno ho già realizzato minusvalenze per 10mila euro, posso compensarle con plusvalenze fino a quell'importo. Ma dal primo luglio l'innalzamento dell'aliquota abbasserà la mia minusvalenza compensabile. La nuova minus sarà pari alla percentuale data dal rapporto delle due aliquote". Dunque: 20/26, pari al 76,92%. In altri termini la minus di 10mila verrà svalutata a 7.692 euro. Per questo Longo conclude: "Se un investitore ha minusvalenze da compensare e ha attualmente operazioni in profitto, a maggior ragione gli conviene chiudere le posizioni entro il 30 giugno".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • efrcos

    25 Aprile 2014 - 17:05

    Beatrice Sardella nel commento sotto ha perfettamente ragione ; l'ignoranza di taluni " giornalisti " è disarmante. Concordo al 100% con quanto detto da Sardella ; rimane il fatto che la tassazione al 26% su plus e rendite è esagerata , soprattutto considerando la scarsa qualità dei servizi resi dallo Stato.Tempo verrà che i forconi li useranno VERAMENTE

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    25 Aprile 2014 - 12:12

    La tassa sul risparmio ( parlo dello 0,2%), ovvero sui sacrifici di una vita, è una vigliaccata, è un furto. Sugli interessi avrebbero potuto lasciare il 20% sui libretti postali che sono usati dai pensionati, e aumentare solo al 26% sulle rendite finanziarie in borsa. Anche qui quello 0,2% è ingiusto perchè si paga anche se si è in perdita.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    19 Aprile 2014 - 16:04

    La nuova politica finanziaria di Renzi. Raccatare spiccioli qua e là nelle pieghe delle amministrazioni dei ministeri. Aumenta una liquota là, metti una tassa qua! Et voilà, la mancia elettorale è servita. Nel fratempo cosa è cambiato? Dove sono i provvedimenti "epocali" sempre annunciati ma mai visti? Nn ci sono e nn ci saranno, xchè Renzi nn è il nuovo che avanza, ma il vecchio che torna...

    Report

    Rispondi

  • vilampu

    19 Aprile 2014 - 10:10

    Renzi ma fino a quando potrà fare queste cazzate sul risparmio sudato degli italiani..saranno queste follie ad impallinarlo..e speriamo per sempre..cosi finirà il mito renzi

    Report

    Rispondi

blog