Cerca

La mossa

Mercati, sei mesi d'oro: ecco su cosa investire per guadagnare

Mercati, sei mesi d'oro: ecco su cosa investire per guadagnare

Dal primo luglio aumentano le tasse sulle rendite finanziarie. Chiamatela pure "mini-patrimoniale" perchè di questo si tratta. Ma per aggirare la stangata di palazzo Chigi, bisogna capire dove dirottare i propri risparmi ottenendo così un guadagno sufficiente per avere un saldo positivo nonostante le imposte che lievitano. Il prossimo semestre in arrivo, secondo gli esperti dei mercati, è un periodo d'oro per chi deve investire. Come spiega Corriere Economia, tra le star di metà anno c'è l'oro che guadagna un +10% del suo valore, e i titoli statunitensi che salgono del 9%. Piazza Affari da gennaio è in rialzo di oltre il 12%, le azioni americane del 6,40 per cento. Si guadagna bene anche con l'indice dei Btp che è in crescita dell'8,05 per cento, mentre quello dei titoli di Stato internazionali cresce del 5,68%. Solo con liquidità e Bot non si fanno grandi affari, guadagni minimi pari allo 0,29 per cento e allo 0,42 per cento.

Su cosa investire - Tra gli investimenti ci sono comunque i Btp e i titoli di Stato. I rendimenti dei titoli a dieci anni sono scesi sotto il 3 per cento, anche per effetto della manovra Bce di inizio giugno. Per gli investitori ci sono ancora margini di performance se lo spread con i bund scenderà ancora. Tuttavia il grosso dei guadagni ormai è alle spalle. Per quanto riguarda i corporate bond, i tassi sono schiacciati sui minimi storici e spesso offrono cedole inferiori a quelle dei titoli di Stato di pari scadenza. Resiste invece l'oro. La fine dell'era dorata annunciata dagli analisti è stata prematura. Nel breve termine l'oro si avvantaggia dei tassi bassissimi e delle perduranti crisi politiche in Europa. Le quotazioni però si muovo dentro un trend discendente di lungo periodo. Da evitare invece la liquidità. I rendimenti sono ai minimi assoluti con i Bot a un anno che oscillano da mesi intorno allo 0,6 per cento. Salvi i conti deposito vincolati, ma la riduzione dei tassi a breve colpirà anche loro...


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sandros

    01 Luglio 2014 - 12:12

    I pensionati ringraziano lo Stato: 1° Per gli oltre 1.300 € persi a causa della mancata (vera) rivalutazione. 2° Per la nuova tassazione sui risparmi tenuti tali al fine di provvedere per la loro vecchiaia. 3° Per l'incertezza del loro futuro visto il punto 2 sommato alla mancanza di strutture con costi sopportabili dalla loro pensione. Manca solo una legge per dar loro il "Cianuro"

    Report

    Rispondi

blog