Cerca

La mazzata

Tajani, commissione europea: pronta sanzione per l'Italia da 3 miliardi di euro

A lanciare l'allarme è il vicepresidente della Commissione Europea, Antonio Tajani: "I ritardi nei pagamenti delle P.A. rischiano di far scattare una multa salatissima"

Tajani, commissione europea: pronta sanzione per l'Italia da 3 miliardi di euro

Chiamatela pure l'Imu di Bruxelles. Dall'Europa rischia di piovercio addosso una mazzata da 3 miliardi di euro, il gettito dell'Imu in un anno solare. A lanciare l'allarme è Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione Europea . "La Commissione è pronta, già dal prossimo lunedì, ad avviare le pratiche per la procedura di infrazione nei confronti dell'Italia per la mancata applicazione della direttiva sui ritardi dei pagamenti della pubblica amministrazione", ha affermato Tajani. "Oggi la P.A. italiana è il peggior pagatore dell'Unione Europea. Il dati forniti da Confartigianato confermano le mie preoccupazioni - ha detto Tajani - e se anche lunedì l'Ance mi darà un rapporto così negativo, già lunedì farò partire le pratiche per la procedura".

Una mazzata -  Tajani ha spiegato che la sanzione per l'italia sarebbe di centinaia di migliaia di euro al giorno, mentre "solo per la mora parliamo di cifre pari ad un anno di Imu" attorno ai 3-4 miliardi. Così per i ritardi di pagamenti da parte della Pubblica Amminisrtrazione rischiamo di dover riaprire il portafoglio per pagare la multa salata che stanno preparando a Bruxelles.E secondo alcuni dati riportati da Confartigianato il ritardo dei pagamenti non accenna a risolversi. Confartigianato infatti rileva che anche nel 2013 la P.A. italiana è stata la più lenta in Ue a pagare le imprese: con una media di 170 giorni è lontana dalla media Ue (61 giorni) e sfora di ben 140 il limite di 30 giorni imposto dal decreto sui tempi di pagamento che recepisce la direttiva Ue. L’Italia vanta anche il maggior debito commerciale della P.A. verso le imprese, pari 4% del Pil. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cadlonia

    01 Febbraio 2014 - 13:01

    Ora capisco perchè la Svizzera sovvenziona a fondo perso milioni e milioni di euro alle Ferrovie Statali Italiane per opere di ristrutturazione sul territorio italiano, come la Como - Milano, la Mendrisio - Malpensa e come ad accordo di qualche giorno fa per la linea Luino - Sesto calende. Non ci sono piu soldi nemmeno per far circolare i convogli internazionali. E la Svizzera non fa parte della Comunità Europea, mentre l'Italia dovrebbe essere la settima o ottava potenza economica mondiale!!

    Report

    Rispondi

  • irucangy

    31 Gennaio 2014 - 18:06

    Lungi da me dal difendere Letta ed i suoi incapaci. Ma l'europa ci vuole multare perche' non paghiamo i debiti? Mavediamo, non possiamo pagarli perche' abbiamo il patto di stabilità, il MES, il rientro del debito, il 3%. In pratica l'europa non ci da soldi, non ci mette nella condizione di spendere quei pochi che ci sono e poi ci multa perche' non spendiamo e non dice nulla se regaliamo 7,5 miliardi alle banche? Sogno o son desto? Ma che aspettiamo a mandare a quel paese (a casa) questa politici inetti che ci governano, questo burocrati da strapazzo che ci sono in europa, questi banchieri golpisti inclusa la Bce e uscire dall'unione europea e dall'euro? Ma quando lo capiremo?

    Report

    Rispondi

  • spalella

    31 Gennaio 2014 - 17:05

    ma perchè usa le tasse per sovvenzionare lo spreco corretne dello stato, perchè usa le tasse per foraggiare le innumerevoli mangiatoie politiche. Un esercito di Un Milione e Mezzo di politici costeranno pure, no ? se poi ci mettiamo tutto il loro Indotto di clientelismo, consulenze, appalti truffa, poltrone inventate, ecc si capisce COME mai sia stimato a 100 miliardi annui lo spreco finanziato da Letta con le tasse. Altro che pagare i debiti con le imprese....

    Report

    Rispondi

  • forcone

    31 Gennaio 2014 - 17:05

    c'è gente nei ministeri che prendono la quindicesima! tagliare a tutta la PA 13me 14me e 15cesime.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog