Cerca

Nel Pacifico

Forse ritrovato
l'aereo di Amelia,
pioniera del volo

La Earhart scomparve nel 1937 mentre tentava il giro del mondo. Sulla sua storia nel 2009 un film con Hillary Swank, Richard gere e Ewan Mcgregor

Forse ritrovato
l'aereo di Amelia,
pioniera del volo

Un team di ricercatori che tenta di risolvere il mistero dell'aviatrice americana Amelia Earhart, scomparsa sul Pacifico nel 1937, ha riferito che un video subacqueo preso nell'isola di Nikumaroro, nello stato di Kiribati, mostra una distesa di frammenti che potrebbero essere i resti del suo aereo. Il video è stato girato a luglio dal Gruppo internazionale per il recupero di velivoli storici (Tighar), durante una spedizione sull'isola, 2.900 km a nordest di Honolulu. La Earhart era uno dei pionieri del volo, un autentico mito dei suoi tempi, la prima donna a compiere missioni spettacolari ai comandi di un velivolo. Nata ad Atchinson, Kansas, nel 1897, sviluppò la passione per il volo dopo una gita su un biplano col padre nel 1920. Nel 1921 inizia a prendere lezioni di volo e sette anni più tardi è la prima donna ad attraversare l'oceano Atlantico, a bordo di un Fokker F VII con il capitano Hilton Railey. Nel 1931 stabilì il record mondiale di altitudine, raggiungendo i 5.613 metri.

Ma la fama mondiale le arriva il 21 maggio 1932, quando diventa la prima donna ad attraversare in solitario l'Atlantico, con un volo di 15 ore da Terranova a Londonderry, nell'Irlanda del Nord. Fin lì, solo Chales Lindbergh (nel 1927) aveva attraversato da solo il grande mare. Nel 1936 inizia a pianificare il giro del mondo: non la prima a farlo, ma lei pianifica la rotta più lunga: 47mila chilometri lungo una faticosa rotta equatoriale. Il 17 marzo dell'anno successivo la Earhart compie la prima tratta dell'impresa, tra Oakland in California e Honolulu nelle Hawaii, ma in decollo da Honolulu la Earhart capottò il Lockheed Electra L-10 che ne uscì pesantemente danneggiato, costringendola a interrompere la missione. Il 1 giugno un nuovo tentativo, questa volta con una rotta da ovest verso est: la Earhart, accompagnata da Fred Noonan vola da Los angeles a Miami e da lì, attraverso tappe in sud America, Africa e Asia, raggiunge l'isola di Lae, in Nuova Guinea, il 27 giugno. Il 2 luglio i due decollano alla volta di Howland, un isolotto in mezzo all'oceano Pacifico distante 4.100 km. Ma in fase di atterraggio si perdono tutti i contatti con l'Electra: La Earhart e Noonan sparicono nel nulla e le ricerche dei corpi  e dell'aereo, proseguite per le future due settimane, non portano a nulla. Sulla storia della Earhart, nel 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog