Cerca

Poltrone chiave

Ue, oggi le nomine: Federica Mogherini agli Esteri, il francese Moscovici all'Economia ma c'è il no della Merkel

Ue, oggi le nomine: Federica Mogherini agli Esteri, il francese Moscovici all'Economia ma c'è il no della Merkel

E' il giorno di Federica Mogherini. Salvo clamorose sorprese, il ministro degli Esteri italiani verrà nominata alla guida del Pesc, come alto rappresentante della Politica estera dell'Unione europea. Ha avuto buon gioco, dunque, il pressing stile rischiatutto di Matteo Renzi su Bruxelles, per imporre la sua candidata e dribblare concorrenti (soprattutto dall'Europa dell'Est) e polemiche (sulle simpatie filo-russe della Mogherini). Nella pre-riunione a Parigi tra i premier socialisti, avvenuta in mattinata, Renzi ha strappato il sì unanime del gruppo Pse alla candidatura della bionda ministra. Occhio però, perché un esperto di trame di palazzo come Luigi Bisignani frena gli entusiasmi. "Da quel che so - spiega a Franco Bechis su Libero Tv (clicca qui per guardare il video) - nella Commissione che la dovrà esaminare in Europarlamento si sta preparando una serie di domande durissime per farla cadere in trappola, come accadde all'epoca con Rocco Buttiglione, costretto subito alle dimissioni". Allora furono le posizioni cattoliche e conservatrici su famiglia e omosessualità a silurare l'ex dc scelto da Berlusconi, domani a fregare la Mogherini potrebbe essere, appunto, Putin. 

Moscovici vs Merkel - Nel frattempo a Bruxelles la bagarre si è spostata su un'altra nomina, decisamente più pesante rispetto a quella degli Esteri. E' la poltrona dell'Economia, da 5 anni occupata dai rigoristi di ferro come i finlandesi Rehn e Katainen, ma che potrebbe passare a un socialista e "riformista" come il francese Pierre Moscovici. Sostenuto dal presidente François Hollande e, guarda caso, dal nostro Renzi, l'ex ministro delle Finanze di Pariti non raccoglierebbe però i favori di Angela Merkel, che lo reputa "troppo morbido" su conti e flessibilità. La scelta di Moscovici sarebbe altamente simbolica per l'Unione: Renzi su Twitter ha parlato di "cambiare verso" all'Europa, e di certo la nomina all'Economia in questo senso ha più peso di quellla agli Esteri.

Le poltrone e i favoriti - Il verdetto arriverà sabato in serata, e sulla carta è l'unica posizione ancora in dubbio. Alla presidenza del Consiglio europeo, in sostituzione di Herman Van Rompuy, a fine anno andrà quasi sicuramente il premier polacco Donald Tusk, mentre il ministro delle Finanze spagnolo De Guindos dovrebbe sostituire l'olandese Dijssenbloem alla guida dell'Eurogruppo. Nel resto della squadra della Commissione c'è equilibrio tra i popolari (vincitori delle elezioni di maggio) e i socialisti (comunque molto forti e necessari per arginare l'ondata degli euro-scettici). La Merkel proverà fino all'ultimo a piazzare al Commercio Estero (posto chiave) il suo Gunter Oettinger, frenato però dalla scarsa conoscenza dell'inglese e per questo spera ancora la svedese Cecilia Malmstroem (che sull'inglese ha recentemente corretto il nostro Angelino Alfano). Katainen passerebbe dall'Economia all'Industria, lo spagnolo Canete è favorito per l'Agricoltura, il lettone Ansip per l'Agenda digitale. Ma c'è sempre il fattore quote rosa, visto che il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker ha richiamato tutti a privilegiare candidature femminili. 

di Claudio Brigliadori
@piadinamilanese

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alkhuwarizmi

    31 Agosto 2014 - 12:12

    Lady Mogherini non se la fila nessuno (vedi l'ultimo caso della riunione a Bruxelles in cui non è stata neppure convocata). Che fine farà la sua recentissima carica in Europa? Ah, saperlo...

    Report

    Rispondi

  • CICCI1938

    30 Agosto 2014 - 17:05

    Questo è il premio per aver provveduto a liberare i due marò in India.Due Italiani con la I maiuscola che certamente non si può dire per i due politici italiani.Vedrete le figuracce che ci farà fare la Magherini,così saremo sputanati ancora di più nel mondo.

    Report

    Rispondi

  • mina2612

    30 Agosto 2014 - 16:04

    Abbiamo il semestre europeo. Renzi ha preteso la nomina della Mogherini. E in questo momento di confusione internazionale e di pericolo islamico chi di meglio, se non nominare un inutile capro espiatorio su cui scaricare tutte le eventuali colpe? Un ottimo scaricabarile per il PE: non ci resta che aspettare le bordate europee e mondiali.

    Report

    Rispondi

    • AdleAg

      31 Agosto 2014 - 14:02

      Hai ragione, Mina, è solo una bella statuina ....sono curioso di conoscere il prezzo che avrebbe pagato ( per conto degli italiani) Renzie per piazzarla in quel posto, che dovrebbe essere, almeno in teoria, di alta responsabilità! Questa ragazzina ha al suo passivo quello di non avere combinato nulla in favore dei nostri Marò.

      Report

      Rispondi

      • mina2612

        31 Agosto 2014 - 17:05

        Non ha fatto nulla per i nostri Massimiliano e Salvatore, come tutti i PiDioti, però qualcosa fanno: schifo!

        Report

        Rispondi

  • iose

    30 Agosto 2014 - 15:03

    sarà senzaltro eletta anche in considerazione dell alta qualità del contenuto dei suoi discorsi assolutamente a livello dei burocrati di dubbia competenza e cultura.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog