Cerca

Guerra fredda 2.0

Datagate, giallo sulla fuga di Snowden

Snowden forse è a Mosca, oppure già in volo per Cuba oppure l'Ecuador. Gli Stati Uniti a Putin: "Consegnatecelo". Mosca: "Non siamo tenuti a farlo"

Datagate, giallo sulla fuga di Snowden

E' giallo su Edward Snowden. L'uomo più ricercato degli Stati Uniti dovrebbe aver ottenuto l'asilo politico in Ecuador. Il giovane analista della Cia, colpevole di aver rivelato al mondo come l'amministrazione Obama spiava i suoi cittadini, doveva partire da Mosca con un volo Aeroflot per Cuba. Poi da lì sarebbe dovuto andare in Ecuador. Ma sui voli della mattina non risulta la sua presenza. Probabilmente l'uomo partirà nel pomeriggio. Da Mosca l'operazione è top-secret. Così chi aiuta Snowden entra nel mirino di Washington. In una sorta di guerra fredda 2.0 giocata a colpi di accuse e di frecciate al veleno.

Usa contro Cina e Russia - John Kerry, segretario di Stato, punta il dito contro Cina e Russia: "Se fossero state informate in anticipo della fuga di Snowden, gli Stati Uniti sarebbero molto turbati". Di certo, non sono "a conoscenza dei piani di volo di Edward Snowden". La tensione è altissima. Obama non ha digerito l'asilo offerto dall'Ecuador ed ha scatenato una caccia all'uomo a colpi di diplomazia. Gli Stati Uniti puntano il dito contro la Cina. Snowden sarebbe arrivato a Pechino prima di approdare alla corte di Putin. Il passaporto americano comunque gli è stato revocato. Ma quanto pare l'uomo è riuscito a spostarsi ugualmente da Pechino a Mosca. Snowden gode anche dell'appoggio dello staff di Wikileaks. Al suo fianco ci sarebbe Sarah Harrison, giornalista e attivista legata Wikileaks. Julian Assange invece si dice "orgoglioso" dell'aiuto che il suo staff sta dando a Snowden. Assange anche lui gode dell'asilo offerto dall' Ecuador ed è per ora nascosto nell'ambasciata dell'ecuadoregna a Londra.

Asilo in Ecuador
-  Ed è proprio in quel paese che Snowden pensa di rifugiarsi, a rivelarlo lo stesso ministro degli Esteri di Quito, Ricardo Patino. La richiesta di asilo "ha a che fare con la libertà di espressione e con la sicurezza dei cittadini nel mondo", ha spiegato in conferenza stampa. Ma per arrivare in Ecuador Snowden deve imbarcarsi sul volo per Cuba. Ma c'è un'altra pista. Snowden potrebbe anche fare scalo in Venezuela a Caracas per poi arrivare in Ecuador. In tanto gli Stati Uniti lanciano ancora appelli alla Russia perchè consegni Snowden alle autorità americane. "Dati la nostra intensificata cooperazione dopo l'attentato alla maratona di Boston e il nostro passato di collaborazione con la Russia su questioni di applicazione della legge, compresa la riconsegna alla Russia di numerosi criminali ad alto profilo su richiesta dello stesso governo russo", ha dichiarato Caitlin Hayden, portavoce presidenziale per la Sicurezza Nazionale, "ci attendiamo che quest'ultimo valuti tute le opzioni disponibili in vista di espellere il signor Snowden e restituirlo agli Stati Uniti, così che affronti la giustizia per i reati dei quali è accusato". Putin non molla e probabilmente sta aiutando in queste ore il ragazzo a fuggire. La nuova guerra fredda si chiama Snowden ed abita in Ecuador e forse...a Mosca. (I.S)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wavettore

    24 Giugno 2013 - 21:09

    A riguardo di questo programma di sorveglianza ancora una volta la pubblica opinione e’ divisa fra quelli che rispettano se stessi e la loro liberta’ e coloro che invece vivono nella paura, cercano la protezione e danno il loro benvenuto al guinzaglio di un loro padrone. Si tratta anche di una certa cultura che e’ stata schiava sin dall’antico Egitto. http://www.wavevolution.org/it/freethinking.html

    Report

    Rispondi

  • Uchianghier

    Uchianghier

    24 Giugno 2013 - 15:03

    Ecco a voi il film come prendere per il cu ore il presidente americano Obama premio Nobel per la guerra.

    Report

    Rispondi

blog