Cerca

Spaghetti e mandolino

Svizzera, le battute razziste del sindaco di Berna: "Italiani bassi e scansafatiche"

Il borgomastro partecipa a un cabaret e racconta barzellette che prendono di mira gli italiani: il repertorio va dalle madri premurose ai napoletani pigri

Svizzera, le battute razziste del sindaco di Berna: "Italiani bassi e scansafatiche"

Gli italiani sono bassi "perché le loro madri raccomandano loro di non crescere, altrimenti devono cercarsi un lavoro", mentre i napoletani (ma, per estensione, tutti i meridionali) non possono svolgere più di un mestiere "perché a stento ne vogliono fare uno". Sono le battute di stampo razzista che il sindaco socialista di Berna, Alexander Tschäppät, ha destinato al pubblico del cabaret itinerante Das Zelt - Comedy Club, rimestando nel sentimento anti-italiano che dalle grandi stagioni dell'emigrazioni post-bellica anima la confederazione elvetica. A riportare all'opinione pubblica le barzellette snocciolate dal primo cittadino della capitale svizzera è stato il quotidiano TagesAnzeiger. Ma non si può dire che Tschäppät si sia imbarazzato più di tanto: "Non ho intenzione di commentare le attute della mia esibizione comica - ha detto - se dovessi avere offeso i sentimenti di alcune persone, esprimo in questo caso rammarico". E dire che sono 300mila i cittadini con doppio passaporto italiano e svizzero, il 16 per cento gli elvetici di origini tricolore (un sesto della popolazione elvetica) e 60mila i transfrontalieri che ogni giorno attraversano il confine di Chiasso per andare a lavorare in uno dei quattro cantoni della Confederazione. Insomma, chi si può offendere assomma a più di "alcune persone". Dell'autogol del collega di partito si sono resi conti diversi deputati socialisti come Corrado Pardini e Peter Vollmer, che temendo contraccolpi elettorali in vista delle prossime Europee corrono a prendere le distanze.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Karl Oscar

    30 Dicembre 2013 - 17:05

    mai prendere posizione,così possono contare i soldi di neri,rossi, evasori,criminali e puttane.E' vero pecunia non olet,Svizzera e svizzeri lavatrice del mondo e dei dittatori ora anche il lusso di fare battute.Riflettete su cosa si fonda la vostra ricchezza e il vostro lavoro.

    Report

    Rispondi

  • ectosilver

    29 Dicembre 2013 - 12:12

    Ignorante , montanaro, supponente e arrogante questo "orco scorreggione" delle montagne svizzere. Per fortuna gli svizzeri non sono tutti come lui, ne conosco anche di simpatici.

    Report

    Rispondi

  • giovannick

    28 Dicembre 2013 - 20:08

    grazie imhafu. Altrimenti a chi altri si riferiva 'sto beduino (tuo conterroneo immagino, stando al nome...) che si è portato i cammelli e le truppe cammellate a Berna. Inoltre, siccome sempre nani sono, si possono pure fare dei bassi riferimenti ai terroni, che certo non brillano per l'altezza. Manca la faccia scura, è vero, ma al riguardo si può anche chiudere un occhio. Comunque, se vuoi trovare la vera democrazia, attraversa il S. Gottardo e prova a dichiarare il nome usando il tuo nick. Come minimo ti ingalerano per vagabondaggio molesto e poi, se proprio vuoi uscire, devi scucire almeno 5 mila franchi a mo' di rimborso spese e di rotture di coglioni, anche se non meglio precisate...

    Report

    Rispondi

  • robylella

    28 Dicembre 2013 - 20:08

    Persino dai compagni giungono certi "complimenti" ... Gli italiano si pongono al centro del mondo, ma il resto dei popoli li prendono in giro! Questo è solo un esempio... se vai in qualsiasi altro paese la pensano allo stesso modo... anche Feltri scrive: bufera sugli italiani: "Vi dico io perché siamo un popolo ridicolo"

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog