Cerca

Australia, la Chiesa fa outing

"Inquiniamo troppo"

Australia, la Chiesa fa outing
 La chiesa cattolica australiana confessa un suo grave peccato: la sua ‘impronta’ in termini di emissioni di gas serra è assai più profonda di altre grandi organizzazioni nel Paese. Catholic Earthcare, formata nel 2002 dai vescovi per consigliare la Chiesa su questioni ambientali, ammette che secondo le prime misurazioni le sue emissioni si aggirano fra 1,2 milioni e 1,5 milioni di CO2 l'anno. “Questo - ha detto Jacqui Redmond, direttrice di Catholic Earthcare - si avvicina alle emissioni dell'intero governo australiano, escluse le operazioni di difesa, di 1,7 milioni di tonnellate, e supera quelle di grandi entità come National Australia Bank o Insurance Australia Group”. La Redmond ha lanciato una campagna per ridurre le emissioni della Chiesa a livelli più probi. “Abbiamo una responsabilità verso il creatore, oltre che verso le generazioni future, di lasciare un'impronta più leggera”. “La decisione di analizzare le emissioni della chiesa usando gli strumenti ad alta tecnologia sviluppati da CarbonSystem, - ha aggiunto - una ditta privata che aiuta le organizzazioni a ridurre la produzione di gas serra, ci aiuterà ad essere buoni custodi del creato”.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog