Cerca

Arrivate a Kabul le salme degli otto medici freddati dai talebani

Potrebbero essere tumulate nel cimitero britannico della città. Uccisi perché cristiani

Arrivate a Kabul le salme degli otto medici freddati dai talebani
Sono arrivati domenica pomeriggio a Kabul i corpi degli otto medici occidentali e dei due interpreti freddati sabato pomeriggio dai talebani a causa del loro essere "missionari cristiani".
Dopo le autopsie realizzate nella città afghana,  l’ambasciata Usa ha confermato l’origine dei defunti.
"Possiamo confermare che c'erano sei americani tra gli uccisi a Badakhshan", ha affermato Caitlin Hayden, una portavoce delle sede diplomatica di Washington, che però non ha fornito i nomi delle vittime. Gli altri   due uccisi sono una britannica e una tedesca, cui si aggiungono due interpreti afghani. Intanto è in corso anche un’altra indagine a Badakhshan per determinare chi è il vero autore della strage, rivendicata immediatamente dai Talebani contro gli invasori occidentali e cristiani e le spie che lavorano per loro.
Gli otto medici freddati sabato facevano parte dell’ong cristiana International Assistance Mission (IAM). Sette di loro vivevano ormai in Afghanistan. Un americano era venuto specialmente per questa missione, ma in passato era già stato in Afghanistan. Le salme, intanto, potrebbero essere tumulate "su richiesta delle famiglie" nel cimitero britannico di Kabul.
Drammatica la storia della dottoressa inglese Karen Woo, 36 anni, la quale si sarebbe dovuta sposare venerdì a Londra con il suo fidanzato inglese.

Indagini – Intanto continua l’inchiesta per determinare i responsabili materiali del massacro, rivendicato dai talebani. Tuttavia al momento non ci sono novità rilevanti.

Numeri – Anno nero per l’Afghanistan questo 2010. In questi primi otto mesi, sono stati 1.325 i civili uccisi, soprattutto ad opera dei talebani. A sostenerlo è la Commissione indipendente afghana per i diritti umani. I talebani, secondo la Commissione, sono responsabili del 68% delle uccisioni, mentre il 23% delle morti sono da imputare alle forze Nato. Il resto è da attribuire a fattori violenti ma "ignoti". L'incremento rispetto al 2009 è superiore al 5%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Al-dente

    10 Agosto 2010 - 01:01

    Mi stupisce che ancora in occidente ci sia chi crede alla befana islamica nonostante le molteplici prove che ci hanno dato e che continuano a darci. Costoro giudicano gli islamici come se fossero degli occidentali cioè con la nostra cultura umanistica, pietistica e razionale. Non gli vuole entrare in testa che gli islamici sono di un'altra cultura che deriva dalla loro fede nel Corano. Per costoro chi non crede nel Corano è semplicemente un essere inferiore da uccidere o schiavizzare e non ci sono sentimenti di gratitudine in questo che li possa fermare. Il chiamarli "fratelli" per gli islamici è già un offesa perché lo dichiarano esplicitamente che noi per loro siamo cani, porci e scimmie, cioè animali impuri e disprezzati da uccidere ed evitare, addirittura glie lo ordina espressamente la loro religione "non fatevi amici tra gli infedeli anche se vivete fra di loro" e se mostrano amicizia o interesse per noi è solo per ingannarci come gli prescrive la loro "religione" perché vogliono salvaguardare il loro obiettivo finale che è la nostra conquista e distruzione. Addirittura ce lo cantano in faccia apertamente ma c’è chi non riesce a credere nemmeno alle proprie orecchie e agli interlocutori che lo dicono, e poi ci si stupisce, cadendo dal pero, che hanno fatto un massacro di infedeli nel loro territorio che è la cosa che abitualmente fanno quando possono con o senza motivazioni, buone o cattive e inesistenti che siano!

    Report

    Rispondi

  • rocc

    09 Agosto 2010 - 16:04

    dopo aver letto su tanti giornali, italiani e stranieri (in francese per es. dicono "exécutés"), e sentito in Tv, il termine "giustiziati", riferito al massacro dei missionari occidentali in Afghanistan, qui vedo che si usa il giusto termine "freddati". Per rispetto a questi martiri umanitari cristiani e a tanti altri, cerchiamo sempre di usare i termini giusti, e ce ne sono tanti, come qui.

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    09 Agosto 2010 - 14:02

    I combattenti afgani dovrebbero inorridire per quello che hanno fatto verso i cinque medici che stavano lì per portare assistenza sanitaria ai bisognosi. Fucilati per il sol fatto che avevano una >Bibbia. Di questo passo dovrebbero fucilare qualche miliardo di persone perchè la Bibbia è il libro Sacro che tengono e leggono tutti coloro che credono in Dio al di là delle varie religioni monoteiste esistenti. Se avere una Bibbia è un reato perseguibile di morte altrettanto dovrebbe essere per chi ha il corano. Ragionate in questo modo,dimostra soltanto che chi appartiene idealmente a questi assassini non è degno n'è di essere Musulmano e n'è di essere Cattolico ,Cristiano,Ebreo o di altra pratica religiosa,è soltanto un brutale delinquente assassino. Fratelli musulmani, il Diritto non si conquista facendo delle ritorsioni su povera gente ma, combattendo con onore sia materialmente che ideologicamente.

    Report

    Rispondi

blog