Cerca

Scuola e merito

Tre bocciati in prima elementare
I genitori vanno dall'avvocato

Nuovo caso a Landriano dopo i 5 di pochi giorni fa a Pontremoli, dove il ministro dell'Istruzione Profumo aveva avviato un'indagine

 

Tre bambini di una scuola di   Landriano, in provincia di Pavia, dovranno ripetere la prima   elementare. A quanto riferisce il quotidiano “la Provincia Pavese”, la preside dell’istituto Domenica Crea Foti difende la scelta: “Non hanno raggiunto i traguardi contenuti nelle indicazioni del curriculum formativo”, spiega. Ma i genitori si sono già rivolti a un avvocato.  “Nella classe c'erano sei bambini che erano seguiti da una   logopedista secondo l’indicazione dell’insegnante - spiegano alcune   famiglie con i figli nella classe al quotidiano locale - sono bambini   che non hanno problemi di aggressività o handicap, sono solo un pò   indietro. La logopedista aveva chiesto alle insegnanti di andare avanti con il programma per tutti, e di dare ai bambini compiti diversi, magari differenziando il livello di difficoltà”. Secondo i genitori però già a febbraio la scuola aveva deciso di bocciare tre di questi sei bambini seguiti dalla logopedista. Le famiglie ora li iscriveranno in altre scuole e si sono  rivolte agli avvocati.

Pochi giorni fa a Pontremoli, in provincia di Massa Carrara, in una scuola elementare erano stati bocciati cinque  bambini della stessa classe. Una decisione che aveva fatto discutere e su cui era intervenuto anche il ministro dell’Istruzione Profumo, avviando una verifica sul caso.

 

landriano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • EugeLux

    23 Luglio 2012 - 16:04

    Le Mammette iperproteggono i loro figli ? Eh Béh ? ?Lasciateli andare avanti negli studi ..... la vita non li stroncherà prima del tempo !! Si accorgeranno da soli degli errori delle proprie Mammette !! Vi immaginate uno che meritava di essere bocciato come si troverebbe tra gli altri più bravi ! Vergogna ! Quella é una vera punizione ! Meglio di una bocciatura !!!! Eugenio Luxardo

    Report

    Rispondi

  • sommesso49

    15 Giugno 2012 - 12:12

    Ai miei tempi si faceva. Poi tutto è cambiato. I cosiddetti rappresentanti di classe e i consigli dei genitori hanno sminuito il ruolo e la professionalità dei docenti. Il risultato è apparso immediatamente: somaroni che venivano promossi di classe in classe, con la speranza dei docenti di toglierseli dai piedi; somaroni ai quali veniva concessa la licenza media inferiore; avventurieri che grazie alle scuole private o paritarie hanno conseguito anche la licenza media superiore (5 anni di corso in uno). Ebbene la predetta fauna umana, sgomitando, pur non conoscendo la differenza fra la e congiunzione e quella verbo, sono diventati sindaci e assessori quando non assessori e presidenti di provincia, consiglieri regionali o parlamentari. Parlo con cognizione di causa (nel paese in cui vivo) e con cognizione di effetti (arricchimenti e scugnizzerie di ogni specie). I somari vanno stroncati per tutelare le persone perbene che si impegnano quotidianamente.

    Report

    Rispondi

  • triestino48

    14 Giugno 2012 - 21:09

    Quale sarà il futuro di questi ragazzi, se i genitori li iperproteggono, quando cresceranno? E meglio che il figlio sia bocciato in prima elementare, e cosi inizia ad essere responabile, a che venga bocciato alla maturità o all'universita. Genitori, fate crescere vostri figli.

    Report

    Rispondi

  • triestino48

    14 Giugno 2012 - 21:09

    Quale sarà il futuro di questi ragazzi, se i genitori li iperproteggono, quando cresceranno? E meglio che il figlio sia bocciato in prima elementare, e cosi inizia ad essere responabile, a che venga bocciato alla maturità o all'universita. Genitori, fate crescere vostri figli.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog