Cerca

Il prezzo del centralismo

Il maltempo fa ancora stragi: lo Stato toglie soldi ai Comuni, questo è il risultato

Solo le catastrofi fanno parlare della gestione folle delle risorse al territorio. Se lo Stato continua a tagliare, le vittime saranno sempre di più
12
Il maltempo fa ancora stragi: lo Stato toglie soldi ai Comuni, questo è il risultato
Solo le catastrofi fanno parlare della gestione folle delle risorse al territorio. Se lo Stato continua a tagliare, le vittime saranno sempre di più

 

di Gilberto Oneto

In questo paese si parla di problemi del territorio e del paesaggio solo davanti a qualche catastrofe che si insiste a definire «naturale», quando in realtà si tratta nella stragrande maggioranza dei casi degli esiti di dissennate azioni umane: si dovrebbe perciò parlare più appropriatamente di «catastrofi artificiali», derivate dalla cattiva pianificazione, dalla mancanza di una efficace conoscenza del territorio, da pessime progettazioni e da cure e manutenzioni carenti se non inesistenti. La vicenda della gestione italiana del territorio ha inquietanti assonanze orwelliane. Parte dalla concessione ai Comuni della sovranità pressoché assoluta  sul territorio e della possibilità di trarre vantaggi economici dal suo «utilizzo» sotto forma di oneri di urbanizzazione che in teoria dovrebbero servire a pagare le strutture urbanistiche ma che in troppe realtà sono diventati un comodo Bancomat per far cassa. Lo Stato si porta via tutte le ricchezze che le comunità producono e le «risarcisce» con la perversa possibilità di  fare soldi sulle costruzioni, prima come oneri e poi come tassazione. Questo ha spinto molte amministrazioni per ingordigia ma anche per oggettiva necessità a concedere permessi a manetta e a cementificare. 



Leggi l'articolo integrale di Gilberto Oneto
su Libero in edicola oggi, mercoledì 14 novembre

 

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mirandolarenzo

    29 Novembre 2012 - 10:10

    Nessun fiume può essere dragato da 30 anni … vi ricordate quante draghe c'erano sui fiumi d'italia fino alla fine deglia anni 70) Da quanti anni è che non vedete una draga nei fiumi importanti... … la sabbia per le costruzioni EDILI veniva al 80% dai fiumi, ma non potendo estrarla, spesso hanno dovuto utilizzare la sabbia marina lavata [ecco spiegato perché poi alcuni edifici crollano (vedi l’Aquila etcc)]. Se dovesse straripare un Fiume importante quanti problemi ci sarebbero? E’ opportuno capire chi ha fatto redigere tale Legge e poi dargli una medaglia! La legge ha + di 30 anni e se non l’avete trovata dovete cercare la normativa riguardante le CAVE Ghiaia e Sabbia, inerente il limite di scavo al disotto delle falde acquifere e poi la legge è stata estesa ai Fiumi, Canali, Corsi d’acqua, Laghi e Torrenti. chiedetelo a legambiente e ai verdi.

    Report

    Rispondi

  • mirandolarenzo

    29 Novembre 2012 - 09:09

    Nessun fiume può essere dragato da 30 anni … vi ricordate quante draghe c'erano sui fiumi d'italia fino alla fine deglia anni 70) Da quanti anni è che non vedete una draga nei fiumi importanti... … la sabbia per le costruzioni EDILI veniva al 80% dai fiumi, ma non potendo estrarla, spesso hanno dovuto utilizzare la sabbia marina lavata [ecco spiegato perché poi alcuni edifici crollano (vedi l’Aquila etcc)]. Se dovesse straripare un Fiume importante quanti problemi ci sarebbero? E’ opportuno capire chi ha fatto redigere tale Legge e poi dargli una medaglia! La legge ha + di 30 anni e se non l’avete trovata dovete cercare la normativa riguardante le CAVE Ghiaia e Sabbia, inerente il limite di scavo al disotto delle falde acquifere e poi la legge è stata estesa ai Fiumi, Canali, Corsi d’acqua, Laghi e Torrenti. chiedetelo a legambiente e ai verdi.

    Report

    Rispondi

  • Il_Presidente

    15 Novembre 2012 - 14:02

    non son o nostri fratelli? Com'è che quando ci sono le disgrazie e vedono la "malaparata" se la danno a gambe o pretendono arrogantemente aiuti e sussidi? Reclutateli per riparare e ripulire tutto... ce lo devono.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media