Cerca

Rimedi pratici

Corvi, gatti neri, eclissi: arriva il manuale anti-iella

Come fare con animali, eventi naturale o se nella data c'è un 7? Basta consultare il "dizionario della superstizione"

Corvi, gatti neri, eclissi: arriva il manuale anti-iella

 

di Giordano Tedoldi

Sembra ridicolo pensare all’amore in tempi in cui l’Imu sulla prima casa è pari al riscatto per un sequestro di persona ma come si dice, l’amore vince su tutto. Quindi sappiate che se i formaggi nel frigo della vostra dolce metà vanno misteriosamente a male dopo pochi giorni, vuol dire che vi mette le corna. Se poi vi taglia i capelli o le unghie, e la sorprendete seppellirli sotto un nasturzio di prato (forse va bene anche l’albero di Natale), sta effettuando un rito per far svanire l’amore. Sappiate anche che le donne mestruate gettano il malocchio e che si vi fissano intensamente e a lungo, possono perforarvi gli occhi. Se non hanno occhi da accecare, un loro sguardo è comunque sufficiente a avvizzire i frutti del vostro orto, dunque alla larga. Passiamo ai consigli per le signore: se perdete il grembiule (ammesso che ne abbiate uno da indossare, altrimenti compratelo) il vostro amato è infedele.

Animali - Il corvo è nientemeno che la personificazione del diavolo. Se si posa sul vostro terrazzo, o sul tetto, qualcuno della casa si ammalerà e forse morirà, e sarà una donna se il corvo (vale anche per la cornacchia) è da solo, un uomo se sono in due. Anche vederne uno stormo porta sfiga. Tre corvi sul mare saranno romantici ma sono un chiaro presagio di morte. Neanche con le delicate farfalle si può stare tranquilli: se in primavera ne vedete una grigia vi succederà qualche disgrazia, una rossa annuncia fastidi agli occhi.

Battesimo - Mai pronunciare il nome di un bambino prima del battesimo, diventerà preda degli spiriti maligni e comunque il piccolo potrebbe protestare, specie se il nome prescelto è Arnolfo o Jonathan. Evitate anche di battezzare una bambina con l’acqua lustrale di un bambino: le crescerà la barba e verrà ricercata dagli impresari dei circhi.

Compleanno - Non si fanno mai gli auguri anzitempo. I genitori e i fratelli del festeggiato devono evitare di farli di pomeriggio. Se il giorno del compleanno è brutto tempo, l’anno successivo sarà sfigato. Pessimo segno se la torta di compleanno è cattiva: potrebbe essere l’ultimo anniversario. Scegliete una pasticceria di fiducia.

Donne - La malasorte può colpirvi se incontrate una donna (specie una vecchia) che non porta nulla, nemmeno la borsa,superstizione particolarmente sentita dagli scippatori. Se poi una donna rifiuta di mangiare pane aromatizzato al cumino o al coriandolo, di cui dovreste sempre portare una scorta con voi, vuol dire che è una strega. In una casa, quando comanda una donna, i tavoli sono zoppi e i coltelli non tagliano: non è il peggiore dei mali che affligge quella casa. Un gennaio senza neve e molto piovoso annuncia uno sterminio di donne. Le superstizioni sono misogine, si sa.

Eclissi - Preannunciano la fine del mondo, ma dopo il flop della profezia Maya, non ci crede più nessuno.

Fidanzati - Tra fidanzati non ci si deve regalare bicchieri, altrimenti il legame andrà in pezzi. Raccomandati invece orologi Rolex, portafogli Cartier, contanti e altri pensieri gentili. Rischioso anche fare i romantici e regalarsi ciocche di capelli, sia pure custoditi in ciondoli o altri contenitori: a parte lo schifo, porta malissimo.

Funerale - Mai piangere troppo a un funerale: oltre a fare la figura degli ipocriti, si rompono le scatole al morto che potrebbe tornare tra i vivi. Una bella seccatura, specie se si avevano dei sospesi con lui. Evitate assolutamente di annusare i fiori e le corone funebri: perderete l’olfatto, oltre all’amicizia delle persone sane di mente.

Giorni - Tutti i giorni della settimana che hanno un 7 portano sfiga: 7, 17 e 27. Il 13 pure, ma di meno. Lavorare di domenica, oltre che un’ingiustizia del cielo, porta sfiga, e tutti i lavori incompiuti vanno completati prima dell’infausto giorno. Anche ammalarsi di domenica è brutto segno e i miglioramenti precedono sempre terribili ricadute. Ma il massimo della sfiga è portare una camicia cucita di domenica: vi toccherà una morte atroce. Abbastanza sfigato anche l’ultimo lunedì di novembre, giorno in cui la tradizione colloca la nascita del protettore dei parlamentari: Giuda Iscariota.

Gravidanza - Alle donne (o altro genere sessuale) in stato interessante, bisogna dar loro da mangiare quel che vogliono, o il bambino rischia di nascere senza naso. Ma non devono mangiare da un recipiente col bordo sbreccato, o il nascituro avrà il labbro leporino. Terribile la sorte della donna che, invece di rosicchiarsi le unghie, se le taglia: il bimbo nascerà morto. Se la gravida si pettina a letto, il bambino avrà vita breve: portatela dal parrucchiere. Per il bucato si raccomanda l’uso di un’asciugatrice, perché se la gravida passa sotto il filo del bucato steso il bambino si strangolerà col cordone ombelicale.

Infedeltà - I matrimoni celebrati il primo di marzo, aprile, agosto, settembre e dicembre saranno segnati dall’infedeltà. Tutti gli altri, dall’infelicità.

Innamorati - Non devono asciugarsi le mani con lo stesso asciugamani: oltre a passarsi le malattie, porta alla separazione. Lui non deve asciugarsi col grembiule o lo strofinaccio per i piatti usato da lei, il rischio minore, se si fa ciò, è di litigare, il rischio maggiore, di diventare suo schiavo. Ammesso che ciò non sia già accaduto dopo aver conosciuto i genitori di lei.

Letto - Se lasciate il letto disfatto tutto il giorno, vi entrerà uno spirito malvagio e sbarazzarvene sarà più difficile che mandare via l’amante dopo aver fatto il vostro dovere. Grande sfiga su di voi anche se scendete dal letto con entrambi i piedi o con quello sinistro, così come se mentre lo fate il legno scricchiola.

Malocchio - Il potere malefico dello sguardo (questo è il malocchio) è storicamente riferito a certe persone: quelle con le sopracciglia arcuate, con i capelli rossi, strabiche, le donne mestruate e le prostitute, specie quelle che registrano le telefonate e poi vi ricattano.

Morte - Molti sono i presagi di morte: una torta mal lievitata, macchie gialle sulle dita, trovare un ago con un filo nero, uno specchio o un quadro che improvvisamente cadono da una parete. E ancora: udire un inspiegabile tintinnio, o uno squillo, le vespe che fanno il nido in casa, corvi o cornacchie sul davanzale o sul tetto, un uccello che penetra in casa. E altri ancora: mangiare del miele senza macchiarsi, un bicchiere che si rompe da sé, vedere un carro funebre vuoto. Tenete conto però che se tentate di incassare la polizza sulla vita dopo il verificarsi di uno o più di questi eventi, il vostro assicuratore vi denuncerà per truffa aggravata.

Numeri - Il 2, numero del dualismo e della discordia, porta sfiga, il che spiega anche la crisi della coppia e il recente successo delle ammucchiate o bunga-bunga.

Quattrini - Se vi sposate con la luna calante, o la luna nuova, finirete in miseria: scegliete come testimone di nozze non il solito compagno di classe che passava il compito ma un astronomo bravo.  Contare i soldi li fa perdere, oppure fa venire la calvizie, oppure entrambe le cose.

Regali - Se fate un regalo, dovete pretendere qualcosa in cambio, anche una cosa piccola, se poi è grande avete fatto tombola. Non avere nulla in cambio porta sfiga e comunque è da stupidi.

Salute - Non bisogna mai parlare della buona salute di qualcuno perché i demoni invidiosi si risvegliano e gli causeranno qualche malanno.

Tè - Mettere nella tazza prima il latte e poi lo zucchero porta un amore infelice. Per non sbagliare, meglio solo la fettina di limone...

Delitti - Se sorprendete della gente recitare il padrenostro all’indietro e per nove volte, quello è un rito per uccidere qualcuno: confondetelo recitandogli sopra «La cavallina storna» di Pascoli.  Papa Giovanni XXII credeva che si potesse uccidere qualcuno fabbricando un’immagine di cera e infilzandola di spilloni. Anche Giacobbo, il conduttore di Voyager, pensa che sia vero.

Zoppo - Se un uomo claudicante è la prima cosa che vedete la mattina, mettetevi pure il cuore pace: passerete una giornata tremenda, ma tanto ci siete abituati, giusto?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Il_Presidente

    31 Dicembre 2012 - 18:06

    per non avere disgrazie basta non votare a sinistra

    Report

    Rispondi

  • roberto19

    roberto19

    30 Dicembre 2012 - 14:02

    .... ma coloro che leggeranno questo benedetto manuale anti-iella avranno ancora il diritto-dovere di votare?

    Report

    Rispondi

blog