Cerca

Boomerang

Immigrazione, l'Ue abbandona l'Italia

Immigrazione, l'Ue abbandona l'Italia

Fate da soli. L'Europa ci abbandona sulla lotta all'immigrazione. Il vertice del consiglio europeo ha sancito la strategia alla "Ponzio Pilato" dell'Ue. Matteo Renzi non è riuscito a convincere i leader europei a prendersi carico dell'emergenza sbarchi che arriva dalle coste italiane. Così dopo le notizie poco confortanti che venivano da Bruxelles, arrivano le prime reazioni. Dal Consiglio europeo l'Italia incassa la classica raffica di promesse, con frasi generiche e rassicuranti sul futuro rafforzamento operativo di Frontex. I numeri, però, sono implacabili e raccontano per il periodo ottobre-aprile di un contributo europeo di circa 12 milioni (in parte pagati da noi) rispetto ai 54 spesi dall'Italia per garantire una missione come Mare Nostrum da 300mila euro al giorno. Le rassicurazioni sul Frontex non vengono accompagnate dalla la reciprocità nel diritto d'asilo. 

L'allarme - Il governatore del Veneto, Luca Zaia, parla di totale fallimento della linea Renzi: "Apprendo con grande disappunto, ma non con sorpresa, che dal vertice europeo tira una pessima aria per l'Italia che, se non cambieranno le cose, continuerà ad essere lasciata sola ad affrontare la tragedia della migrazione dal nord africa". "Se questa previsione non verrà modificata prima dell'atto formale - incalza il Governatore del Veneto - saranno confermati tutti i nostri timori: che l'Europa sia e resti un carrozzone di burocrazia parolaia; che in Europa, nonostante il continuo ma sterile gonfiare il petto di Renzi, l'Italia non conti nulla; che i veri egoisti e razzisti stiano o a latitudini ben diverse dalle nostre; che le migliaia di disperati che sbarcano quotidianamente sulle nostre coste, mettendo sempre più in crisi istituzioni locali e territori, per i cosiddetti "partner europei" non siano affar loro, tranne la miseranda elemosina di qualche stanziamento del fondo Frontex".

"Siamo soli" - Insomma a quanto pare da Bruxelles non arriverà nessun aiuto per l'emergenza sbarchi  e a niente è servito l'appello del ministro degli Interni, Angelino Alfano che aveva detto: "Cosi' com'e' l'operazione Mare Nostrum non puo' andare avanti. Noi siamo assolutamente certi di avere fatto il bene e siamo altrettanto certi che cosi' non si puo' andare avanti perche' questo mare Mediterraneo e' una frontiera europea e noi salviamo le vite di chi vuole venire in Europa non di chi vuole andare a Pozzallo, Augusta o Porto Empedocle". Le parole di Alfano non sono arrivate a Bruxelles. Intanto l'estate appena cominciata sarà l'ennesima passerella che unisce il nord Africa alle coste italiane. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nick1990

    02 Luglio 2014 - 15:03

    In Spagna e Grecia perchè gli sparono, mentre noi gli accogliamo, mare nostrum è la più grande boiata.

    Report

    Rispondi

  • ubik

    02 Luglio 2014 - 15:03

    fra te lli di ta lia li ta lia se destra dell' el mo di fini se cin ta la cre sta :D

    Report

    Rispondi

  • Renee59

    01 Luglio 2014 - 14:02

    Che ridere...VIVA L'EUROPA UNITA...

    Report

    Rispondi

  • marioeuromont

    30 Giugno 2014 - 12:12

    Queste stragi sono inammissibili, con una legge, (o un decreto legge) che invoglia chi soffrendo, ad andare contro una morte quasi sicura, cercando una vita migliore. E' mia intenzione denunciare, per strage, (come privato cittadino), il governo o il ministro responsabile, visto, che i vari politici o giornalisti sono solo capaci di criticare il sistema ma non a prendere iniziative concrete.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog