Cerca

Il caso giudiziario

Il giudice del caso Tortora: sbagliato chiedere scusa

Il giudice del caso Tortora: sbagliato chiedere scusa

Il caso Tortora non smette di far discutere. Adesso è scoppiata la guerra tra i pm coinvolti nel processo che tanto ha fatto discutere e che è diventato uno dei casi giudiziari più spinosi della nostra storia. Qualche giorno fa il grande accusatore del presentatore, il pm Diego Marmo  oggi diventato assessore del Comune di Pompei che disse che Tortora "è un cinico  mercante di morte" ha chiesto scusa alla famiglia. Si è pentito per quello che è successo e si è definito "assassino morale".

Niente scuse - Ma ecco che il giudice titolare dell’inchiesta, Felice Di Persia si è sollevato contro di lui. Ha detto che non ci furono errori giudiziari. In un'intervista al Velino il giudice che non vuole chiedere si chiede di cosa si è pentito Marmo. E dice: " Di aver apostrofato Tortora in aula come mercante di morte? Allora ha ragione la signora Scopelliti a dire che “si è pentito con trent'anni di ritardo” e fa bene a chiedere scusa perché un magistrato non può mai scomporsi, tanto meno in aula. Se si è pentito invece per aver chiesto la condanna, doveva farlo il giorno dopo. Non oggi. E se è convinto del suo pentimento deve auto cancellarsi dalla vita sociale". E ha continuato: "Nel processo Tortora, Marmo c'entra come il cavolo a merenda visto che non ha fatto nulla: è andato a giudizio ripetendo meccanicamente ciò che era scritto nei faldoni dell'accusa. A quanto pare Marmo è il primo magistrato pentito della storia italiana". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • agostino.vaccara

    07 Luglio 2014 - 13:01

    Il giudice di persia, titolare dell'inchiesta, dice che non ci furono errori giudiziari. O è del tutto cretino oppure non si rende conto che essendo stato Tortora pienamente assolto l'errore giudiziario c'è stato, e come se c'è stato!!! Io, questo quì, lo metterei in galera a vita!!! Credo che l'idiozia di certi magistrati stia arrivando oltre ogni controllo!!!

    Report

    Rispondi

  • aresfin

    aresfin

    07 Luglio 2014 - 13:01

    Caro di Persia, attento che in Persia (Iran) c'è la legge "occhio per occhio, dente per dente". Hai visto mai.......

    Report

    Rispondi

  • Garrotato

    07 Luglio 2014 - 11:11

    Eh già, mai dare spiegazioni. Questi magistrati hanno l'aplomb inglese: "Never complain, never explain". Non "scomporsi", mai. Niente spiegazioni, dunque, nè scuse. Sono infallibili, loro. Quanto al "complain", provate un po' a toccare le loro retribuzioni o a ventilare una qualche loro responsabilità...Lamentarsi, si lamentano, eccome. Di Persia: ma mi faccia il piacere!

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    07 Luglio 2014 - 10:10

    Ai difensori dei Magistrati auguro un bel Di Persia,che gli apra il culo e dopo li voglio vedere piangere,questi coglioni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog