Cerca

Il caso di Napoli

Napoli, ragazzo picchiato perché obeso: "C'è anche un video"

Napoli, ragazzo picchiato perché obeso: "C'è anche un video"

Ci sono nuovi inquietanti risvolti nella già orrida vicenda di Vincenzo, il ragazzo napoletano di 14 anni, che è stato picchiato e seviziato in un autolavaggio di Pianura da Vincenzo Iacolare 24 anni, disoccupato, con un figlio di due anni. Emegono nuovi particolari, dicevamo: uno dei ragazzi che ha assistito alla gratuita violenza, invece di intervenire, ha ripreso tutto con uno smartphone. E poi – come scrive la Stampa – lo ha postato su Facebook salvo poi rimuoverlo quando si è resto conto della gravità di quello che aveva fatto. I carabinieri hanno sequestrato il cellulare che sarà sottoposto a una perizia. La giovane vittima, intanto migliora e ha già due volte indicato la fotografia del suo aggressore riconoscendolo tra otto fotograzie. Vviolenza sessuale è l’ipotesi di accusa del pm Fabio De Cristoforo contro Vincenzo Iacolare.

 

Il bollettino medico -  Oggi, intanto, è stato diffuso un nuovo bollettino medico di Vincenzo. Le sue condizioni migliorano ma resta in prognosi riservata. "Alla valutazione effettuata questa mattina - si legge nel bollettino - le condizioni cliniche del paziente appaiono in progressivo leggero miglioramento. È sempre vigile, cosciente, lucido, in respiro  spontaneo. Ha costantemente un familiare al suo fianco e sta ricevendo il previsto supporto psicologico. Le cure continuano come programmato. In considerazione dell’estensione e della gravità delle lesioni iniziali, la prognosi è ancora riservata".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paola.baudinos

    11 Ottobre 2014 - 21:09

    Se teniamo dentro Corona, questi delinquenti devono avere una pena almeno doppia

    Report

    Rispondi

  • privacy

    11 Ottobre 2014 - 19:07

    Se hanno dato 12 anni di carcere a Corona, che non ha messo in pericolo la vita di nessuno, non possono condannare queste bestie a una pena inferiore altrimenti la parola giustizia non avrebbe senso.

    Report

    Rispondi

  • aquila azzurra2

    11 Ottobre 2014 - 18:06

    rieleggeranno un sindaco? a che serve? quella città ha bisogno di una giunta militare che sospenda per un decennio tutte le garanzie che ormai sono solo diventate la causa dell'inciviltà, del malessere sociale e della rovina generale: ripulire la società e l'ambiente, costringere con qualsiasi mezzo un popolo indisciplinato ed arrogante alla ragione ed all'educazione.Un civile non potrebbe MAI.

    Report

    Rispondi

  • charlie3

    11 Ottobre 2014 - 16:04

    I napoletani non protestano contro quei criminali perché sono abituati a protestare contro le forze dell'ordine e non contro i delinquenti. Mi ricordo quando fu ucciso Davide Bifolco e qualcuno ebbe il coraggio di dire " la polizia ci uccide, la camorra ci difende ". L'impressione è che a Napoli le proteste le organizzi proprio la camorra, e non venite a dire che siamo razzisti...

    Report

    Rispondi

blog