Cerca

Confessione

Ruby, Enrico Tranfa: "Ho deciso di dimettermi dopo un viaggio a Lourdes"

Ruby, Enrico Tranfa: "Ho deciso di dimettermi dopo un viaggio a Lourdes"

"Ho capito che dovevo dimettermi dopo un viaggio a Lourdes". Così Enrico Tranfa, giudice della Corte d'Appello di Milano parla della sua scelta di dare le dimissioni dopo la pubblicazione delle motivazioni del processo Ruby. Un viaggio a Lourdes, prima delle dimissioni da magistrato. Un viaggio per cercare, attraverso la fede e la preghiera, il se stesso più profondo e "aiutarsi" a scegliere di fare, come dice lui alle persone che gli sono state più vicine, "la cosa giusta". Una crisi mistica dunque avrebbe spinto il magistrato a dare le dimissioni.

I motivi della scelta - La toga che voleva condannare il Cav si confessa: "La mia - confida Tranfa ai colleghi che conosce - è stata una decisione solitaria, maturata a lungo, meditata, che solo io potevo prendere, e senza chiedere consigli a nessuno. So che c’è chi mi avrebbe detto: 'Stai attento alle conseguenze' e chi mi avrebbe chiesto: 'Sei proprio sicuro?'. Chi avrebbe approvato e chi no. Ma nessuno è indispensabile e non ho bisogno di sentire gli altri quando devo sentirmi in pace con me stesso".

La tesi anti-Cav - Nonostante la sentenza d'appello abbia chiarito le vicende del caso Ruby riconoscendo al Cav la piena innocenza, Tranfa continua a sostenere la sua tesi anti-Silvio: "Qui si dimentica che abbiamo a che fare con una minorenne. Non ci vuole una zingara per capire com’è andata quella notte in questura", avrebbe detto il magistrato come racconta il magistrato. Ma non l’hanno pensata come lui Concetta Lo Curto, giudice estensore della sentenza, e Alberto Puccinelli, consigliere. Per loro il Cav è innocente, con buona pace di Tranfa. 



Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lu192441

    21 Ottobre 2014 - 17:05

    Sicuro che si chiama Tranfa e non tanfa...puzza?

    Report

    Rispondi

  • BO45MARPASS

    20 Ottobre 2014 - 12:12

    mi senbra una dichiarazione da paese islamico (senza volere ironizzare o giudicare gli iìslamici) ,la nostra costituzione e' diversa (a mio giudizio per una scelta oculata dai costituenti) dalla religione ,che deve avere un suo libero e rispettato spazio

    Report

    Rispondi

  • MOSTRAZZI

    20 Ottobre 2014 - 11:11

    E scommetto che la Madonna gli abbia rivelato di presentarsi alle elezioni per guadagnarsi indennità e vitalizio.

    Report

    Rispondi

  • giacomomoraglia

    20 Ottobre 2014 - 11:11

    Rimaniamo in attesa della Cassazione.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog