Cerca

La rettifica

"Il commercialista della Melandri? Mai nessun rapporto con la banda di Mafia Capitale"

I sottoscritti Prof. Avv. Giuseppe Montanara ed Avv. Viviana Straccia, difensori di fiducia del Dott. Stefano Bravo, in riferimento all'articolo pubblicato su Liberoquotidiano.it in data 11 dicembre 2014 ed intitolato "Mafia Capitale, Melandri inguaiata dal commercialista della banda: creò la sua fondazione" precisano in nome e per conto del suddetto assistito che il medesimo non ha mai avuto rapporti con la presunta "banda" di cui alla pubblicazione, né con altri soggetti coinvolti nella inchiesta Mafia Capitale, mai dal suddetto neppure conosciuti; ad eccezione del Sig. L. Odevaine, per il quale ho svolto lecite e mere attività professionali e con il quale solo per queste ho avuto contatti.

D'altra parte, il nostro assistito smentisce assolutamente quanto riportato nella pubblicazione anzidetta per cui egli "porta soldi in Svizzera e fa altri viaggi per conto della organizzazione". Al contrario il Dr. Bravo rappresenta di non avere mai trasferito denaro all'estero per conto di alcuno; nè in Svizzera, nè in alcun altro Paese, Stato o Nazione. E di non avere mai compiuto viaggi per conto di alcuno, in nessun luogo.

Con la massima fiducia nella Autorità Giudiziaria procedente - che non risulta avere mai rappresentato di ritenere il Dr. Bravo "di essere uno dei professionisti che riciclava all'estero il denaro sporco della cupola", e che sembrerebbe quantomeno originale e stravagante si confidi privatamente con i giornalisti dell'intestato quotidiano - che acclarerà la palese inesistenza di responsabiliità a carico del Dr. Bravo. Il quale smentisce di avere mai riciclato denaro per conto di chiunque, e men che mai di una non meglio specificata ed anzidetta "cupola", di cui il Dr. Bravo nulla sa e nulla conosce.
Senza rilevanza alcuna a quanto riferito come "rilevato dal Corriere della sera"; che non risulta essere, almeno sino ad oggi, Autorità giudiziaria procedente e che, a sua volta, è stato destinatario di istanza di rettifica, con imminente querela per diffamazione a mezzo stampa salvo altro nei confronti dei responsabili.

I riferimenti attinenti alla fondazione "Human Foundation" sono, poi, del tutto irrilevanti, atteso che detta organizzazione non compare, neppure indirettamente, nell'ambito delle indagini preliminari in corso. E non è dato cogliere quale valenza possa assumere, per il Dr. Bravo, essere o non essere stato fra i fondatori di una associazione lecita, cristallina ed estranea a qualsiasi addebito, in relazione alla quale, perciò, mai ha "inguaiato" nessuno. Come pure compiere riferimenti alla rimozione di una fotografia, peraltro riprodotta senza consenso dell'interessato da parte di alcuni quotidiani.

Si chiede, pertanto, l'immediata rettifica di quanto descritto nell'articolo summenzionato, con la stessa rilevanza fornita alla notizia pubblicata ed oggi totalmente smentita; salve in caso contrario tutte le conseguenze di legge.

Doverosamente rappresentiamo, infine, di avere ricevuto mandato dal Dr. Bravo onde procedere penalmente nei confronti di tutti i responsabili, senza indugio, con riferimento al delitto di diffamazione a mezzo della stampa ed a qualunque altro reato ritenuto ravvisabile e sussistente, ivi compresa la rivelazione di notizie coperte da segreto qualora configurabile.

Distinti saluti

Avv. Giuseppe Montanara

Avv. Viviana Straccia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vittoriomazzucato

    24 Dicembre 2014 - 00:12

    Sono Luca. E' come chiedere all'oste se il suo vino è buono. GRAZIE.

    Report

    Rispondi

  • cuciz livio

    23 Dicembre 2014 - 22:10

    Quanti rapporti invece con la Melandri?

    Report

    Rispondi

blog