Cerca

Giustizia malata

Rapinatore romeno messo in libertà
investe donne e bimbi sul marciapiede

Le vittime sono gravissime in ospedale. L'investitore aveva colpito una tabaccheria due giorni prima. I passanti hanno cercato di linciarlo

Rapinatore romeno messo in libertà
investe donne e bimbi sul marciapiede

In un qualunque paese civile, sarebbe stato in carcere in attesa di giudizio. Perchè il reato di rapina, in qualunque paese civile e dove vige la legalità, non è un reato da poco. Invece, il rapinatore romeno due giorni dopo era beatamente in giro per Aosta, alla guida della sua auto. E in via Voison ha travolto due donne e due bambini piccoli che si accingevano ad attraversare la strada. Le condizioni degli investiti, trasportati in codice rosso all'ospedale, sono molto gravi. Il conducente romeno, reduce due giorni prima dalla rapina in una tabaccheria, è stato bloccato dai passanti inferociti, che hanno cercato di linciarlo prima dell'intervento delle volanti della polizia. Portato in questura, è stato sottoposto ai test per verificare l’assunzione di alcol e droga.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Fonzy

    18 Febbraio 2013 - 19:07

    .... totale con tutti i commenti fino ad ora inviati. Infatti sono sicuro che il CSM prenderà provvedimenti esemplari nei confronti del suddetto magistrato. Se, ad esempio, è un sostituto procuratore ad Aosta, lo "punirà" nominandolo procuratore capo a Savona! Pensate all'umiliazione: dopo essere diventato sciatore provetto sulle bianche nevi di Courmayeur, il nostro dovrà reinventarsi guidatore di fuoribordo nel Mar Ligure.

    Report

    Rispondi

  • lallo1045

    18 Febbraio 2013 - 18:06

    Ma siamo sicuri che i magistrati applichino la legge? Ad esser generosi è NO. Sarebbe ora che PAGASSERO PER I LORO ERRORI, anche di valutazione, invece di sbizzarrirsi AD INTERPRETARE LE LEGGI..

    Report

    Rispondi

  • routier

    01 Febbraio 2013 - 21:09

    "Guardati dal mulo quando gli stai dietro,dal toro quando gli stai davanti,dai giudici da tutte le parti" (parafrasato dalle Novelle esemplari di Miguel de Cervantes)

    Report

    Rispondi

  • raucher

    01 Febbraio 2013 - 13:01

    dei magistrati che non rispondono , in solido , dei loro errori.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog