Cerca

Mossa boomerang

Oristano, il Comune pubblica online l'elenco di chi è in ritardo con multe e tasse: maxi-denuncia

Oristano, il Comune pubblica online l'elenco di chi è in ritardo con multe e tasse: maxi-denuncia

In provincia di Savona c'è un sindaco che per essersi rifiutato di incassare le tasse sulla casa è stato commissariato. A Oristano, in Sardegna, il primo cittadino ha invece deciso di percorrere un'altra strada: pubblicare sul sito del Comune l'elenco dei concittadini morosi che non hanno ancora pagato tutte le gabelle dovute. In entrambi i casi, comunque, l'effetto boomerang è assicurato, e pesante. Perché per Guido Tendas, primo cittadino di Oristano, è in arrivo una maxi-causa collettiva dei cittadini finiti, loro malgrado, alla gogna mediatica bollati in qualche modo come "evasori fiscali". Come riporta La Stampa, la volontà dell'amministrazione oristanese era quella di recuperare i 300mila euro di arretrati tra multe e tassa sui rifiuti. Peccato che i contribuenti finiti nella lista nera, pubblicata sul sito, abbiano preferito rivolgersi ai loro avvocati per violazione della privacy, e le associazioni dei consumatori sono al loro fianco. Ora il Comune ha fatto rimuovere dal sito l'elenco infamante, promettendo provvedimenti disciplinari per i funzionari responsabili della pubblicazione. Una marcia indietro forse tardiva, visto che fino a qualche tempo fa era lo stesso sindaco Tendas a difendere la strategia: per lui è "normale che siano pubblici i ruoli delle persone che hanno debiti con il Comune". "Se la pubblicazione - spiegava ancora il sindaco - servisse a far emergere la necessità che tutti versino quanto dovuto, direi che è uno strumento adatto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • machete883

    20 Giugno 2015 - 19:07

    bisogna fare una legge che i sindaci siano RAMBO e basta ! o elegger un dittatore pro tempore..due anni..dargli carta bianca o non se ne esce piu !

    Report

    Rispondi

  • gisto

    05 Gennaio 2015 - 13:01

    Bisognerebbe allora anche pubblicare i redditi della persona che non ha pagato la tassa,e si potrebbe anche scoprire che ci sono persone che non percepiscono a sufficienza e fanno miracoli per non essere di peso al sociale.Chi non paga sa che INEVITABILMENTE finirà col pagare 3 4 sei volte l'importo fino ai pignoramenti,solo che ingenuo spera che per lui le cose cambino e riprenda a lavorare e gua

    Report

    Rispondi

  • antari

    05 Gennaio 2015 - 13:01

    Bisogna fare una legge per consentire ai sindaci di agire come Tendas. Scallonisi!

    Report

    Rispondi

  • donatella.cortellucci

    05 Gennaio 2015 - 10:10

    Il sindaco virtualmente ha sbagliato ma questa gente che non paga le tasse per esempio sui rifiuti non ha niente di nobile da rivendicare.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog