Cerca

Legge

Toscana la proposta per il diritto alla sessualità dei disabili

Toscana la proposta per il diritto alla sessualità dei disabili

 Diritto alla sessualità dei disabili: la proposta choc arriva da Enzo Brogi, il consigliere regionale Pd che si è battuto per i farmaci a base di cannabis ha promosso un documento in cui impegna la giunta a affrontare il problema dell'assistenza sessuale."Penso più ad un’accarezzatrice, o ad un accarezzatore, anzichè ad un assistente sessuale tout-court" dice Brogi "penso a qualcuno che sia in grado di assicurare non solo sesso, ma che abbia soprattutto una funzione psicologica e umana, che sappia costruire un rapporto con il paziente e con le famiglie di disabili fisici e psichici, entrambi con esigenze anche sessuali talvolta diverse". In realtà un disegno di legge c’è già: è stato presentato dal senatore Pd Sergio Lo Giudice e prevede un percorso formativo ad hoc per iniziare questa professione, il coordinamento e la promozione della normativa e l’istituzione di elenchi di assistenti a livello regionale. "Il percorso sarà lungo" ammette Brogi, "ma è quello giusto e che va nella direzione di sollevare questo diritto a sessualità, nuova professione dal rango della prostituzione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wall

    08 Febbraio 2015 - 16:04

    Certo sono d'accordo, purchè se le paghino con i propri averi e non ha carico della comunità come sempre sono le proposte comuniste.

    Report

    Rispondi

  • Karl Oscar

    08 Febbraio 2015 - 11:11

    Ha già un elenco delle professioniste da assumere? Che si faccia un concorso per titoli senza raccomandazioni per i soliti amici e parenti

    Report

    Rispondi

  • blu_ing

    08 Febbraio 2015 - 06:06

    Dildo ecco la soluzione e l assessore ne potrebbe fare un ottimo Uso magari infilandoselo almeno una volta nella parte giusta. Si in testa.. Questa e incitazione allo sfruttento della prostituzione... I magistrati che fanno? Stanno a controllare se anche questo mese è arrivato il loro magnifico stipendio ? è arrivato e arrivato state tranquilli. Quello con sti governi di merda non manchera mai

    Report

    Rispondi

  • gum391

    07 Febbraio 2015 - 22:10

    prostituzione no, sesso a pagamento no, però i preti della dc e i preti del pci le trovano tutte le soluzioni a fin di bene quando si tratta di handicap, reti di assistenza, onlus, patronati, soldi, poltrone, stipendi.... Come sono bravi a nuotare nel dolore degli altri.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog