Cerca

Il pasticciaccio

I due marò tornano in India
Ecco il retroscena sulla vergogna:
Monti e Terzi ci hanno sputtanato

Il ministro Terzi con Salvatore Girone e Massimiliano Latorre

Il ministro Terzi con Salvatore Girone e Massimiliano Latorre

 

Errori sostanziali, oltre che di merito. Il ministro degli Esteri, Giulio Terzi, ieri è stato "messo sotto processo" durante la riunione del Cisr (il comitato interministeriale per la sicurezza della Repubblica) e alla fine della tesa riunione sul caso dei due marò Latorre e Girone rispediti in fretta e furia in India una cosa è certa: il governo ha scaricato lo stesso Terzi. "Palazzo Chigi e il Quirinale non sono stati coinvolti in modo adeguato nella decisione, non almeno al livello che sarebbe stato naturale per una decisione di questo tipo", racconta al Corriere della Sera chi ha assistito alla riunione. L'impressione, però, è che la posizione del premier Mario Monti sia dettata più dall'imbarazzo per la retromarcia che da altro: difficile, se non impossibile, è che Terzi abbia realmente fatto tutto da solo. 

L'ira di Napolitano - Eppure la linea ufficiale, fatta filtrare dalla riunione, parl di un Monti "irritatissimo", alla pari del sentimento di Giorgio Napolitano. Un'irritazione verso la Farnesina che sarebbe cresciuta negli ultimi giorni in maniera direttamente proporzionale con le reazioni indiane. E così alla fine si è ritenuto meglio fare la figuraccia della marcia indietro piuttosto che rompere i rapporti con gli indiani: rapporti non solo politici, ma anche commerciali e industriali. E così alla fine ieri, su carta intestata di Palazzo Chigi e non della Farnesina, viene divulgata la comunicazione (per qualche ora coperta da segreto di Stato) con cui il governo ha revocato la decisione.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • afadri

    23 Marzo 2013 - 13:01

    Napolotano non può arrabbiar si adesso.Doveva pensarci prima a nominare un incompetente come Monti a guidare un paese come l'Italia.E intanto paesi come l'India ci prendono in giro.

    Report

    Rispondi

  • petrolio

    petrolio

    23 Marzo 2013 - 10:10

    Non dimentichiamoci di quel SI' dato ad Abu Mazen per la Palestina (Stato inesistente) come "osservatore" all'ONU! Che il Ministro Terzi abbia fatto da terzo come consigliere per qual tragico sì, è ormai appurato, e che Monti lo abbia ascoltato non c'è il minimo dubbio.

    Report

    Rispondi

  • primoguido

    22 Marzo 2013 - 22:10

    ...io ancora mi stupisco che pletore di giornalisti d'inchiesta si muovono per casi a volte molto meno interessanti e in questo caso nessuno si sia attivato per fare uno "scoop" un'indagine sul fenomeno dei pirati che infestano quelle zone e che altri nostri Marò sono intervenuti altre volte con esiti positivi cioè annichilendo la minaccia che veniva portata da pirati che si facevano scudo di barche da pesca. Ritornando alla politica se ci fosse stato il vituperato signor B. i due Maro' sarebbero rimasti in India solo per una licenza premio per fare i turisti.

    Report

    Rispondi

  • ilbarbone

    22 Marzo 2013 - 20:08

    Sarei curioso di conoscere il criterio con cui sono scelte simili nullità per per formare un governo

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog