Cerca

Possibile svolta

"Ho ucciso io Yara Gambirasio"
Messaggio inquietante in Chiesa

La scritta sul registro delle visite della cappella di un ospedale di Rho, a 50 km da dove fu trovato il corpo. "Sono stato qui, che Dio mi perdoni"

Yara Gambirasio

Yara Gambirasio

"Informate la polizia di Bergamo che qui è passato l'omicida di Yara Gambirasio. Che Dio mi perdoni". Una scritta a penna, inchiostro nero, tratto sicuro e deciso. Una possibile svolta per il delitto della tredicenne di Brembate di Sopra, sequestrata e uccisa a Chignolo d'Isola il 26 novembre di tre anni fa. L'inquietante scritta è apparsa in una chiesa in provincia di Milano: la scoperta sabato pomeriggio, quando la polizia ha trovato la "confessione" nel registro delle visite dove vengono lasciati i messaggi di parenti e fedeli. Il registro si trovava nella piccola Cappella dell'ospedale Salvini di Rho, nell'hinterland meneghino, a circa 50 km da Chignolo, dove venne trovato il corpo di Yara. Se si tratti o meno dell'opera di un mitomane lo diranno le indagini. Nel frattempo la polizia ha sequestrato tutti i filmati delle telecamere di sorveglianza dell'ospedale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • taxpayer

    05 Agosto 2013 - 10:10

    Quando le indagini si fanno come se si trattasse di un feuilleton a puntate, bisogna mettere in conto che la trama alla fine la scrivono gli imbecilli in servizio permanente effettivo, volgendo la tragedia in farsa.

    Report

    Rispondi

  • er sola

    04 Agosto 2013 - 20:08

    Sicuramente si tratta di un cretino mitomane che alimenta il dolore di quella famiglia già profondamente provata.

    Report

    Rispondi

blog